Dalla Regione: regole più brevi e veloci per i finanziamenti Docup

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1068

ABRUZZO. Una maggiore flessibilità nelle procedure, tempi più brevi per la realizzazione dei progetti, la possibilità concreta di procedere a scorrimenti delle graduatorie e una più agevole rendicontazione della spesa all'Unione Europea.
A questi obiettivi punta il provvedimento che la Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Attività produttive, Valentina Bianchi, ha approvato in relazione alle Misure, 2.1. (ammodernamento, consolidamento ed ampliamento del tessuto produttivo), 2.2 (sostegno all'acquisizione di servizi reali da parte di piccole imprese, singole e associate) e 2.3 (ricerca e sviluppo, innovazione e trasferimento tecnologico) del DOCUP 2000-2006.
In particolare, sarà il responsabile delle misure a definire le modalità di utilizzo delle economie che verranno generate all'interno delle azioni e dei relativi bandi per le diverse annualità.
Questo sia in riferimento alle risorse assegnate ai PIT (Progetti Integrati Territoriali) sia in relazione alle risorse attribuite ai bandi monosettoriali, procedendo alla riallocazione delle stesse verso Misure, Azioni ed annualità atte a garantire una più efficace spesa rispetto ai termini del Programma.
Nel dettaglio, è stato concordato con le Provincie il criterio secondo cui le economie generatesi nell'ambito dei bandi PIT restano a beneficio dei PIT stessi mentre quelle derivanti dai bandi Monosettoriali rimangono in questo stesso ambito. E' stato deciso, inoltre, di modificare la normativa di attuazione dei bandi PIT - azione 2.1.1. b (sostegno degli investimenti materiali ed immateriali delle piccole e medie imprese ed al sostegno dell'Information Technology) in relazione agli ambiti di annualità 2005 e dei bandi Monosettoriali per la stessa annualità 2005, sui quali presumibilmente si procederà a scorrimenti, andando a ridurre i tempi di realizzazione dei progetti PIT da 12 a 5 mesi e dei bandi Monosettoriali da 12 ad 8 mesi. Inoltre, sia per i bandi PIT 2005 che per le annualità 2005 e 2006 dei bandi monosettoriali, sono stati ridotti da 60 a 30 giorni i tempi concessi ai beneficiari per la presentazione della documentazione finale di richiesta del saldo, eliminando così la possibilità di proroghe.
Infine, sia per i PIT 2005 che per le annualità 2005 e 2006 dei monosettoriali, si è stabilito che gli stessi beneficiari non debbano produrre la comunicazione di accettazione del contribuito ma, entro 10 giorni dalla data di pubblicazione sul BURA, siano tenuti ad inviare alla Direzione Attività Produttive l'eventuale documentazione, ove richiesta, o la comunicazione di rinuncia al contributo.
I finanziamenti Docup sono al centro delle indagini della procura di Pescara che hanno coinvolto la Fra, finanziaria regionale.


16/11/2007 9.34