Piccole e medie imprese. E’ nata Pmi Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1607

ABRUZZO. E’ nata PMI ABRUZZO, socio fondatore di PMITALIA, la nuova associazione nazionale per la difesa, l’affermazione e la valorizzazione della piccola e media impresa italiana.
La nuova associazione imprenditoriale nasce su iniziativa della Federlazio e di PMI Abruzzo insieme ad altre associazioni di categoria come Confimprese, Associazione dei pubblici esercizi e PMI Umbria, le quali «hanno avvertito l'esigenza di dare vita ad un nuovo soggetto nazionale per rinnovare le forme e le modalità della rappresentanza di questo segmento strategico del nostro sistema economico e produttivo».
«PMI Abruzzo e Pmitalia», spiegano i fondatori,«si prefiggono di aprire nella cultura politica ed economica del nostro paese una nuova stagione di riconoscimento, valorizzazione del ruolo e contributo, caratteristiche della piccola e media impresa sia di produzione che di servizi, aperta e tutti coloro che condividono questo obiettivo e intendono lavorare insieme per il suo conseguimento. Attualmente Pmitalia rappresenta oltre 40.000 imprese, ma sono tantissimi i contatti con altre rappresentanze imprenditoriali che hanno manifestato interesse all'iniziativa e molte di loro sono prossime a sottoscriverne l'adesione».
«Riteniamo che la piccola e media impresa locale e nazionale,- ha dichiarato il Vice presidente nazionale di Pmitalia e presidente di Pmi Abruzzo Antonio Di Cosimo - non possa più essere considerata importante da molti ma di fatto mai presa in considerazione nelle scelte strategiche del paese. Si rende perciò necessaria una rivoluzione che approdi alla costituzione di un nuovo soggetto di rappresentanza, capace di trascendere la connotazione meramente sindacale e svolga invece un ruolo di stimolo e di sensibilizzazione nei confronti del paese, in particolare delle forza politiche chiamate a guidarlo. E' giunto il momento di assegnare alle PMI, nei fatti e non più a parole, la funzione di – soggetto generale- dello sviluppo e che esse siano capaci di prendere in mano il loro destino direttamente senza cioè altri intermediari».
02/11/2007 8.18