Galileo: Del Turco, «così costruiamo il futuro di questa regione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1238

  AVEZZANO. «Stiamo costruendo il futuro di questa regione. In questa zona, un tempo dedita solo all'agricoltura e alla pesca oggi costruiamo un centro di controllo satellitare che offre grandi opportunità di sviluppo per l'intero Abruzzo. Un progetto all'avanguardia che siamo riusciti a sottrarre alla voracità di altri Paesi».

  AVEZZANO. «Stiamo costruendo il futuro di questa regione. In questa zona, un tempo dedita solo all'agricoltura e alla pesca oggi costruiamo un centro di controllo satellitare che offre grandi opportunità di sviluppo per l'intero Abruzzo. Un progetto all'avanguardia che siamo riusciti a sottrarre alla voracità di altri Paesi».



Così il presidente Ottaviano Del Turco ha presentato oggi il progetto "Galileo" che prevede la realizzazione di un centro di controllo e missione del sistema europeo satellitare proprio nel Fucino, a Telespazio.
Un'operazione da sempre tra le priorità della giunta regionale tanto da destinare un finanziamento pari a 10 milioni di euro. Serviranno alla costruzione della nuova infrastruttura, che avrà una superficie di circa 4mila metri quadrati e sarà realizzata dal Consorzio per lo sviluppo industriale di Avezzano che ha già appaltato i lavori. La cerimonia della posa della prima pietra si è svolta ieri, alla presenza del presidente del Senato, Franco Marini, degli assessori regionali Valentina Bianchi e Tommaso Ginoble, del segretario generale Lamberto Quarta e del presidente del Consorzio per lo sviluppo industriale, Evelina Torrelli. A fare gli onori di casa Pier Francesco Guarguaglini, presidente e amministratore delegato di Finmeccanica e Giuseppe Veredice, amministratore delegato di Telespazio. I vertici di Telespazio hanno sottolineato come "Galileo" costituisca una opportunità fondamentale per l'Europa e come la costruzione in Italia di uno dei centri di controllo del sistema rappresenti per l'industria nazionale una grande occasione di sviluppo. Un avvenimento storico per l'Italia, impegnata a pieno titolo in questo progetto attraverso le due joint ventures Telespazio e Alcatel Alenia Space. Il progetto Galileo vede impegnata in particolare Telespazio nella fornitura di tutti i servizi associati alle attività di lancio e messa in orbita del satellite e nella gestione della successiva fase operativa, con base presso il centro Telespazio del Fucino, dove è già al lavoro un gruppo internazionale di esperti. I lavori dovranno essere pronti per l'estate del prossimo anno.
«Il nostro intervento - ha commentato l'assessore alle Attività produttive, Valentina Bianchi - ha dato forza a Telespazio per ottenere la gestione di questa commessa ma, nel contempo, abbiamo raggiunto anche un altro risultato importante. Quello di realizzare all'interno della struttura, che resterà di proprietà del Consorzio, affidata in uso a Telespazio, un centro di ricerca tecnologicamente all'avanguardia, come prevede una convenzione stipulata tra Regione, Consorzio industriale e Telespazio».
La struttura ospiterà laboratori attrezzati, con annesse aree di studio e sperimentazione. Verrà garantita un'attività di formazione sui sistemi, i servizi e le applicazioni di telecomunicazione e sulle tecnologie collegate al sistema Galileo in particolare. Il sistema di navigazione satellitare è sviluppato congiuntamente dall'Unione Europea e dall'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e rappresenta il «più grande progetto mai concepito dalle istituzioni europee».
«Per noi questo nuovo sistema - ha commentato l'assessore Tommaso Ginoble - rappresenta un grosso passo in avanti verso la modernità e ci consente di superare gli attuali canali di comunicazione. Completa il sistema di Protezione civile regionale e permette di coordinare, controllare il territorio e monitorare la dislocazione delle nostre forze in caso di emergenza». Su "Galileo", infatti, si basano applicazioni e servizi dedicati a vari settori, dal trasporto stradale, aereo, ferroviario e marittimo alle telecomunicazioni, alla geodesia e cartografia, alle ricerche gas-petrolifere e minerarie.

28/09/2007 8.48