Nuove regole per accedere agli ammortizzatori sociali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1298


ABRUZZO. La task force regionale per l'occupazione, riunitasi ieri a Pescara, ha stabilito i criteri per utilizzare i dieci milioni di euro destinati agli ammortizzatori in deroga, derivanti da un'intesa sottoscritta con i livelli governativi.
Lo ha comunicato l'assessore al Lavoro, Fernando Fabbiani, specificando le tipologie considerate.
Si tratta dei lavoratori aventi diritto ai cosiddetti ammortizzatori in deroga e i lavoratori in cassa integrazione o in mobilità.
I primi potranno contare su una proroga fino al 31 dicembre degli accordi in scadenza al 30 settembre; i secondi potranno avvalersi di una proroga fino ad un anno se operativi in aziende anche artigiane al di sotto di 15 dipendenti, e fino a sei mesi se operativi in aziende al di sopra della soglia dei 15 dipendenti. Il sostegno riguarda anche i lavoratori di entrambi i casi che dovessero accedere agli ammortizzatori fin dal prossimo mese di ottobre. L'assessore Fabbiani ha anche evidenziato che la task force, per la prima volta, ha inserito, quali beneficiari degli strumenti di sostegno, anche i lavoratori lsu e coloro che prestano le loro attività professionali negli enti pubblici, e gli stessi formatori.
Inoltre, e anche questa è una novità scaturita dalla riunione di ieri, lo sportello per accedere alle provvidenze non avrà più un termine per la presentazione delle istanze, con ciò consentendo l'accesso agli strumenti di legge in qualunque momento dell'anno solare.
«Il nostro obiettivo - ha affermato Fabbiani - è quello di accompagnare i lavoratori in una fase di transizione, sostenendoli nella possibilità di una nuova collocazione sul mercato del lavoro».

26/09/2007 9.14