Regione, accordo per la stabilizzazione dei dipendenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1244

ABRUZZO. Parte la fase operativa dell'accodo che prevede le procedure per la verticalizzazione del personale a tempo indeterminato della Regione Abruzzo e la stabilizzazione dei lavoratori precari secondo le indicazioni della Finanziaria nazionale.
Ieri, su proposta dell'assessore al Personale Giovanni D'Amico, la Giunta regionale ha infatti dato il via libera al protocollo d'intesa che lo stesso assessore al Personale aveva sottoscritto alla fine di luglio con i sindacati regionali e di categoria.
«L'assenso ottenuto dalla Giunta regionale - spiega l'assessore D'Amico - permette l'attuazione dell'accordo che prevede tempi, modi e modalità per la verticalizzazione del personale dell'ente regionale. Sono previsti tavoli tecnici di monitoraggio che avranno il compito di fare il punto sui lavoratori legittimati ad entrare nelle procedure di verticalizzazione».
Ma l'accordo di fine luglio sul personale, definito da D'Amico «storico, perché va a definire una materia ferma alla legislazione regionale del 1999», ha sua la rilevanza soprattutto per i lavoratori precari della Regione.
«L'operatività dell'accordo - aggiunge l'assessore al Personale - riguarda la riformulazione della pianta organica che rientrerà in un piano triennale mentre, in relazione alla stabilizzazione dei lavoratori precari, l'autonomia legislativa della Regione permetterà di avviare parallelamente un percorso triennale per i 74 lavoratori a tempo determinato ed uno quadriennale per il 227 co.co.co».

08/09/2007 8.49