Il Cram nel Sudafrica di Mandela per la riunione annuale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3419

JOHANNESBURG. Si riunirà al Circolo Italiano di Johannesburg, in Sudafrica, l’annuale assemblea del Consiglio regionale degli abruzzesi nel mondo (Cram) – Regione Abruzzo, i prossimi 7 e 8 settembre, preceduta il 6 dalla riunione del Comitato esecutivo.
All'ordine del giorno del Cram, presieduto da Donato Di Matteo (vicepresidente Ana Maria Michelangelo, del Venezuela), l'iscrizione all'Albo regionale di nuove Associazioni di abruzzesi emigrati che hanno fatto richiesta (punto 1), il programma d'interventi nei campi sociale, sanitario, turistico e culturale (2), il programma regionale finanziario per l'emigrazione (3) e varie ed eventuali (4).
L'odg, fa sapere il Servizio Emigrazione della Regione, diretto da Marcello Verderosa con Giuseppe Lezzi, responsabile del Servizio e segretario del Cram, potrà essere integrato da eventuali proposte del Comitato esecutivo.
Sono circa 40 i componenti del Cram presenti a Johannesburg da tutto il mondo che, dopo il Cile e prima dell'Australia (2008), ha deliberato nella prima riunione d'insediamento e nomina delle cariche a Turrivalignani (Pe), nel febbraio 2006, «di tenere le riunioni del Cram nei vari Paesi dove ci sono le associazioni di abruzzesi e far, quindi, rendere conto agli abruzzesi in Italia e all'estero le varie realtà migratorie».
Fra i componenti Cram in Sudafrica anche l'onorevole Antonio Razzi, deputato abruzzese residente in Svizzera ed eletto nella Circoscrizione Europa.
«L'emigrazione italiana e abruzzese in Sudafrica è particolarmente significativa», ha detto Di Matteo,«contrariamente a quel che si può immaginare: sono circa 45mila gli italiani residenti nel paese africano, di cui quattromila abruzzesi».

Il programma delle tre giornate sudafricane è stato messo a punto dalla locale Associazione abruzzese, presieduta da Carmine Angelucci (originario di Castel Frentano), a cura di Maurizio Mariano, ex presidente del Comites (la madre è originaria di Villa Santa Maria e il padre di Fallo, comuni nel Chetino). Mariano è attualmente impegnato politicamente nel partito di Nelson Mandela, che quando è stato presidente del Sudafrica ha avuto come suo braccio destro un'altra abruzzese (di L'Aquila), Giuliana Martini, che sarà ospite dei lavori Cram.
Componente del Cram per il Sudafrica è, invece, Mario Di Cicco, originario di Villa Santa Maria.
All'apertura del Consiglio sarà presente anche Giovanna Rigato, console d'Italia a Johannesburg, e interverrà Dorothy Mahlangu, ministro degli Enti locali e delle Minoranze etniche.
Sabato 8, al termine dei lavori nel Cram, (ore 18) la delegazione abruzzese s'incontrerà con Gianni Ravazzotti, presidente della Camera di commercio italo-sudafricana.
04/09/2007 13.49