Giustizia. I procuratori dell’Aquila e Pescara chiedono l’aiuto della Regione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2080

ABRUZZO. La Regione Abruzzo e le procure della Repubblica dell'Aquila e Pescara collaboreranno insieme per migliorare l'offerta di giustizia in Abruzzo.
È questo il senso dell'incontro che il presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, ha avuto stamane con il procuratore di Pescara, Nicola Trifuoggi, e quello dell'Aquila, Alfredo Rossini, per concordare progetti comuni in grado di venire incontro alle richieste in materia di giustizia dei cittadini.
La riunione, alla quale hanno preso parte l'assessore alla Formazione, Fernando Fabbiani, il segretario generale Lamberto Quarta, i dirigenti delle due procure e della Regione Abruzzo, era stata richiesta dai responsabili dei due uffici giudiziari per conoscere eventuali possibilità di accesso, mediante la Regione, al Fondo sociale europeo.
L'obiettivo è realizzare attività innovative e di rafforzamento della qualità dei servizi offerti dalle procure ai cittadini e alle istituzioni.
«E' una richiesta che viene incontro alla nostra idea di gestione della cosa pubblica - spiega il presidente della Regione, Ottaviano Del Turco - Siamo pronti a dare tutto l'appoggio necessario agli uffici giudiziari abruzzesi per elaborare progetti che portino ad una riduzione effettiva dei costi e ad una maggiore efficienza della giustizia, come la riduzione dei tempi di svolgimento dei processi penali e civili. Per questo abbiamo offerto ai procuratori degli uffici dell'Aquila e Pescara la nostra completa disponibilità».
L'idea avanzata dai due procuratori nasce da una precedente esperienza fatta alla Procura della Repubblica di Bolzano in collaborazione con la Provincia autonoma di Bolzano.

26/07/2007 8.44