Assemblea dei borghi, per tre giorni tutti a Pescocostanzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3412

PESCOCOSTANZO. Un biglietto da visita di primo piano per l'Abruzzo ed il suo sistema di borghi. I soci abruzzesi de «I Borghi più belli d'Italia» si preparano all'assemblea nazionale del club, convocata per la prima volta in Abruzzo e ospitata dal Comune di Pescocostanzo. Nel borgo montano, da venerdì a domenica prossimi, arriveranno i rappresentanti di tutti i borghi italiani «certificati» dal club, per una tre giorni dedicata alle peculiarità ed alle ricchezze dei paesi che hanno dimostrato di avere una serie di requisiti di carattere strutturale.
Come l'armonia architettonica del tessuto urbano e la qualità del patrimonio edilizio pubblico e privato, e di carattere generale che attengono alla vivibilità del borgo in termini di attività e di servizi al cittadino.
Ma soprattutto a Pescocostanzo arriveranno giornalisti da Stati Uniti, Giappone, Regno Unito e Germania, attirati da un evento altamente notiziabile. E l'Abruzzo sarà sotto i riflettori. Per questo Abruzzo Promozione Turismo ha fornito un supporto logistico e relazionale, oltre che finanziario, al Comune di Pescocostanzo per l'organizzazione dell'evento. Abruzzo Promozione Turismo sarà presente nel borgo anche con un suo stand allestito insieme con l'assessorato al turismo della Regione. Il presidente vicario dell'azienda, Enzo Giammarino, porterà nella sessione del 23 l'esperienza del turismo natura abruzzese, ormai caso-pilota studiato in tutto il mondo.
«Abbiamo voluto essere al fianco del Comune di Pescocostanzo e degli altri borghi abruzzesi soci del club» spiega Giammarino, «perché per l'Abruzzo é un'occasione unica. Negli ultimi anni sulle montagne della nostra regione è cresciuta la consapevolezza di amministrare un patrimonio di inestimabile valore, e lo dimostra l'alto numero dei centri accolti nel club. Ma lo dimostra anche la scelta di Pescocostanzo come sede dell'assemblea nazionale. Anche per questo nel fine settimana» dice ancora Giammarino «sarà l'Abruzzo, ed il suo sistema di borghi in primo luogo, ad essere sotto i riflettori della stampa europea ed extraeuropea. E per questo l'Aptr ha voluto essere al fianco dell'organizzazione per mostrare il meglio dell'Abruzzo, in una sinergia efficace con tutti gli attori coinvolti in questa importante vetrina».
«L'assemblea de “I Borghi più belli d'Italia” è un'opportunità per tutto l'Abruzzo» dice il vicepresidente e assessore al turismo della Regione Enrico Paolini, «perché è una possibilità ulteriore per veicolare il messaggio della “qualità Abruzzo”, al centro della nostra strategia promozionale: scegliere l'Abruzzo vuol dire oggi optare per un prodotto di grande qualità, ed è questo il messaggio che stiamo promuovendo in tutto il mondo. Dopo la Conferenza nazionale del turismo e il Symposium, per l'Abruzzo è un'altra occasione per stare sul palcoscenico nazionale del turismo».
21/06/2007 11.38