Trasporto, servizio a chiamata in tutta la regione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

791

ABRUZZO. Il servizio di trasporto a chiamata - altrimenti detto trasporto intelligente - sarà inserito in tutti i piani di bacino provinciali, in corso di definizione. Lo ha annunciato l'assessore ai Trasporti, Tommaso Ginoble, dopo aver valutato i benefici prodotti dalla sperimentazione del progetto comunitario Twist, nella comunità montana "Medio sangro" con sede a Quadri.
La notizia è stata anticipata dall'Assessore in occasione della presentazione del meeting di chiusura del progetto comunitario Twist, previsto per domani, giovedì 31 maggio, a partire dalle ore 9.30, all'hotel Esplanade di Pescara.
«Il progetto Twist di trasporto a chiamata, recentemente finito nella rosa dei finalisti per il premio Regionando 2007 - ha spiegato Ginoble - ha l'obiettivo di migliorare i collegamenti fra territori montani e rurali e le aree urbane. E' un tipo di servizio - ha aggiunto - che riduce il gap sociale ed economico tra i territori svantaggiati e i centri di maggiore sviluppo, con opportunità di scambi commerciali, occupazione e assistenza sociale e sanitaria».
I partner del progetto - Germania, Ungheria, Repubblica Ceca, Grecia, di cui Regione Abruzzo è capofila - saranno già oggi in visita ufficiale alla Comunità montana di Quadri per «verificare i risultati della sperimentazione e per valutare la possibilità di costruire un modello flessibile di trasporto per facilitare le aree svantaggiate».

30/05/2007 11.10