ARRIVI E PARTENZE

Teramo, arriva il Commissario Pizzi. Brucchi: «mi viene da piangere»

L'ex sindaco: «mi metterò ancora a disposizione del territorio»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

522

Teramo, arriva il Commissario Pizzi. Brucchi: «mi viene da piangere»



TERAMO. Dopo le dimissioni presentate da 18 consiglieri su 32 del Comune di Teramo, il Prefetto di Teramo Graziella Patrizi ha sospeso il Consiglio comunale e contestualmente ha nominato Commissario prefettizio il Prefetto Luigi Pizzi per la provvisoria gestione dell'Ente.

 E' stata avviata anche la procedura di scioglimento del Consiglio comunale con l'invio della relativa proposta al Ministero dell'Interno per il conseguente seguito di competenza.

Al Commissario sono stati conferiti i poteri spettanti al Sindaco, al Consiglio ed alla Giunta.

Intanto l’ormai ex sindaco Maurizio Brucchi si ritiene «tradito» dai suoi e si sfoga su Facebook.

«È appena passata la mezzanotte», ha scritto l’ex primo cittadino la sera dopo le dimissioni di massa.

«Sento un rumore di macchine in azione. Penso: "Cosa stanno facendo?" Apro la finestra e vedo che stanno pulendo il corso. "Ma lo stanno facendo bene?" Poi mi ricordo che non è più compito mio. Che tristezza e mi viene da piangere. Perché amo troppo e profondamente la mia città e penso che vorrei fare ancora tante cose . Ma me lo hanno impedito».

E qualche ora dopo ha ammesso che «ci vorranno giorni, settimane forse mesi per smaltire la rabbia e l'amarezza ma alla fine tutto passa e la vita continua».

Stamattina Brucchi ha spiegato che in attesa del commissario è ancora a disposizione per le attività ordinarie del Comune. «C'è ancora tanta amarezza e tanta tristezza per non aver portato a termine il mandato elettorale e per il modo in cui si è concluso. Ma ora bisogna guardare avanti e mettersi nuovamente a disposizione del territorio, ovviamente non più da sindaco, ma non è necessario avere un ruolo per fare cose buone per la propria città. Tutto questo non prima di aver fatto il punto in una conferenza stampa che convocherò nei prossimi giorni. Grazie ancora a tutti».

La vita continua dicevo ed io continuerò ad essere a disposizione della mia città e del mio territorio non più da primo cittadino ma da uomo e politico.

CHI E’ PIZZI

 Luigi Pizzi, nato ad Ascoli Piceno il 26-11-1953, e' laureato in Giurisprudenza ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense. Entrato nella carriera prefettizia nel novembre del 1981, e' stato assegnato alla Prefettura di Chieti dove ha tra l'altro esercitato dall'ottobre 1985 al giugno 2000 le funzioni di Capo di Gabinetto, incarico successivamente svolto anche presso la Prefettura di Pescara.

Pizzi ha svolto l'incarico di Vice Prefetto Vicario presso le Prefetture di Pistoia, di Campobasso ed infine Venezia. E' stato nominato Prefetto il 31 luglio 2009.

Nel corso della carriera ha disimpegnato vari incarichi commissariali presso Comuni delle province di Chieti, Pescara, Campobasso e Venezia, nonche' presso altri Enti locali, quali: Presidente della Commissione Straordinaria del Comune di Gioia Tauro (RC), il cui Consiglio Comunale era stato sciolto per infiltrazioni della criminalita' organizzata (agosto 2009/aprile 2010); Commissario Prefettizio e Straordinario presso il Comune di Santa Maria Capua Vetere (gennaio/1 giugno 2011); Commissario Prefettizio del Comune di Trevi (agosto/dicembre 2011).

 Il 2 giugno 2014 e' stato insignito dell'onorificenza di Commendatore dell'O.M.R.I. Dal 10 gennaio 2012 al 4 gennaio 2015 ha ricoperto l'incarico di Prefetto della Provincia di Matera. Dal 5 gennaio 2015 al 19 novembre 2017 ha ricoperto l'incarico di Prefetto della Provincia di Pesaro e Urbino. Il 22 giugno 2016 e' stato insignito del Premio "Marchigiano dell'anno" conferito dal Centro Studi Marche di Roma, premio per la prima volta conferito ad un Prefetto della Repubblica.