IN COMUNE

Notaresco, Comune a Tasi zero e niente tagli al sociale

Aumentano fondi e servizi per le famiglie

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

71

Notaresco, Comune a Tasi zero e niente tagli al sociale

NOTARESCO. Nella seduta di ieri portato all’approvazione del Consiglio il bilancio di previsione.

Non mancano importanti novità: «anche quest’anno – spiega il sindaco di Notaresco, Diego Di Bonaventura – siamo riusciti a mantenere servizi di qualità a fronte di costi tra i più bassi in provincia. In un momento di grande difficoltà che si ripercuote soprattutto sulle fasce più deboli, siamo particolarmente soddisfatti di aver presentato un bilancio che non prevede nessun taglio al sociale e anzi aumenta i fondi e servizi per famiglie, bambini ed anziani».

Tutto questo in una situazione veramente difficile, visto che i tagli operati dal governo centrale negli ultimi 6 anni hanno ridotto i trasferimenti da 1 milione e mezzo di euro ad 900mila euro. «Questi risultati sono stati possibili grazie alla ristrutturazione complessiva della macchina comunale che abbiamo intrapreso e alla lotta decisa agli sprechi».
Anche quest’anno il Comune di Notaresco garantirà assistenza scolastica qualificata dalle 16/20 ore settimanali ad utente, tra i livelli più alti in provincia. Per quanto riguarda le rette i buoni pasto sono stati mantenuti a 2 euro e 50 centesimi, il costo annuo del trasporto scolastico a 60 euro e a 50 euro le colonie estive.
«Questa è la nostra politica di concreto sostegno alle famiglie – sottolinea l’assessore al Bilancio, Antonina Speziale - . Per la terza età abbiamo rifinanziato i programmi di attività motorie in palestra e al mare, i laboratori di pittura e i soggiorni termali. Abbiamo previsto in bilancio fondi per migliorare la cura dei parchi e dei giardini pubblici, per le ludoteche e per riattivare la biblioteca comunale con appositi progetti educativi per le scuole».
«Sul fronte lavori pubblici e scuole – prosegue il primo cittadino – , è ormai completato il primo asilo nido comunale, che sarà pronto per il 30 luglio, e sono in fase di ultimazione pure gli interventi su Villa Clemente. Entro giugno partirà la ristrutturazione della scuola secondaria di Notaresco. Abbiamo finanziato con 135mila euro di fondi comunali l’avvio della bonifica della vecchia discarica di località Irgine, purtroppo spiace constatare che stiamo ancora pagando per sanare gli errori commessi negli anni ‘90».
Previsti fondi anche per installare entro il prossimo autunno un primo circuito di videocamere intelligenti nei punti sensibili del territorio per contrastare furti e atti di vandalismo; al contempo saranno attivate delle aree “wi-fi free” nelle piazze principali del paese per l’accesso gratuito ad Internet. A settembre partiranno, inoltre, i lavori per portare la fibra ottica a 100 mb nei territori di Notaresco e Guardia Vomano.

Per la promozione turistica è stato rifinanziato il progetto “Notaresco Virtual Tour”, itinerario che valorizza su scala globale i monumenti e siti d’interesse del territorio grazie alle nuove tecnologie, così come sono state rifinanziati eventi e manifestazioni di grande richiamo che costituiscono il fiore all’occhiello dell’offerta culturale di Notaresco.
Per quanto riguarda le tasse, Notaresco è un Comune a Tasi zero, caso quasi unico in provincia, non solo sulla prima casa (come deciso dal Governo), ma anche su seconda casa, locazioni, attività industriali, artigianali e commerciali. L’aliquota Imu su attività produttive e seconde case è al 9,7 per mille, tra le più basse in provincia.
Per effetto del meccanismo imposto dalla legislazione vigente, che richiede la copertura integrale dei costi, invece, non è stato possibile scongiurare un aumento della Tari – comunque nella media provinciale - dal 4 al 16% per le utenze domestiche e di circa il 20% per le attività, indispensabile per finanziare e migliorare i servizi di pulizia del territorio e spazzamento stradale.
«Grazie all’impostazione della pressione fiscale, in media tra le più basse del territorio provinciale, e agli strumenti urbanistici messi in campo - conclude il sindaco Di Bonaventura - abbiamo posto le premesse per nuovi investimenti e insediamenti produttivi sul nostro territorio. Per questo, unitamente all’impegno per chiudere l’annosa vicenda Cirsu entro il prossimo mese di settembre, contiamo in breve tempo di riportare la Tari allo stesso livello di Imu e Tasi».