POLITICA

Cepagatti, sindaco smentisce opposizione: «bilancio regolare»

«Parere positivo dell'organo di revisione. Non ci sono criticità»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

168

Cepagatti, sindaco smentisce opposizione: «bilancio regolare»

Camillo Sborgia

CEPAGATTI. Il sindaco di Cepagatti, Sirena Rapattoni e l’assessore al Bilancio, Camillo Sborgia, replicano alle accuse lanciate dal gruppo Insieme per Cepagatti sulla presunta illegittimità del rendiconto 2015 approvato nell’ultima seduta del Consiglio Comunale.

«Il bilancio consuntivo 2015 è stato asseverato dall’organo di revisione con un parere positivo, senza nulla eccepire rispetto alle presunte criticità manifestate dall’opposizione – afferma Sborgia - Mi sembra strano che si sollevino questi interrogativi perché tutti i dubbi di carattere tecnico erano stati sciolti, nel corso del Consiglio Comunale, dal responsabile del servizio. Mi stupisce, inoltre, che possano eccepire l’eccessiva spesa per le manutenzioni: dovrebbero preoccuparsi se succedesse il contrario. Voglio ricordare loro che poco più di un anno fa, nel marzo del 2015, il nostro territorio è stato colpito da eventi meteorici che hanno comportato un esborso straordinario di 60mila euro per far fronte ai danni subiti. L’attenta opera di questa amministrazione comunale, condotta negli ultimi due anni sul versante delle manutenzioni, ha fatto in modo, inoltre, che ci siano state finora solo due richieste di risarcimento per danni da insidie stradali, a fronte di una media, negli anni precedenti, di circa 25 domande annue proprio a causa delle pessime condizioni delle strade.

Per quanto riguarda la questione della tassazione elevata, il sindaco assicura che le tariffe sono rimaste invariate, «anzi la Tari è diminuita confermandosi tra le più basse nella provincia di Pescara. Rispetto alla Tasi c’è stato solo l’adeguamento alla Legge di Stabilità 2016, che ha portato vantaggi nelle tasche dei cittadini proprietari di abitazioni principali. Sulle aliquote Imu abbiamo disposto che anche i contratti di comodato d’uso non registrati continuino a beneficiare, per l’anno 2016, di un’agevolazione di un punto in percentuale. Quanto ai presunti dubbi sulle entrate dovute a questa imposta, preciso che si tratta solo di un fisiologico scostamento nell’incasso delle somme perché i cittadini le versano direttamente all’Agenzia dell’Entrate».

«In merito a presunte situazioni allarmanti sul fronte dell’edilizia scolastica - afferma il sindaco Rapattoni - faccio notare che ciò che ha destato dubbi sia in due consiglieri di maggioranza sia nella minoranza mi sembra invece un dato di positività. Il pagamento anticipato alla ditta che aveva lavorato ininterrottamente per tutta l’estate per rispondere a una richiesta di tempi stretti nella realizzazione dell’intervento, ha consentito infatti la ripresa regolare delle lezioni, ha evitato disagi alla popolazione scolastica e alle famiglie e un notevole risparmio rispetto all’alternativa di collocare le scolaresche in luoghi di fortuna, oltretutto difficili da reperire sul territorio. Inoltre, a fronte di specifiche fatturazioni emesse dalla ditta per i lavori effettuati, non potevamo rischiare un decreto ingiuntivo e il pagamento degli interessi. I consiglieri dell’opposizione possono stare sereni perché i finanziamenti ministeriali sono arrivati nei giorni scorsi per un ammontare di circa 490mila euro, in misura addirittura superiore a quanto sborsato dall’ente. Per quanto riguarda il voto di astensione di due consiglieri della maggioranza espresso in occasione dell’approvazione del bilancio consuntivo, entrambi, evidentemente, non avevano approfondito l’analisi del documento di rendiconto non avendo né partecipato alla riunione di pre consiglio né avanzato richieste di chiarimenti, che sicuramente sarebbero stati forniti nella loro interezza dagli uffici o dall’assessore competente».