POLTRONE AVVELENATE

Nomina Sasi, prima grana per il neo presidente: «non poteva essere nominato»

Il sindaco di Silvi pronto a fare una denuncia alla Procura

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

539

Nomina Sasi, prima grana per il neo presidente: «non poteva essere nominato»

ABRUZZO. Dopo un accordo programmatico tra centrosinistra e centrodestra, Gianfranco Basterebbe, ex sindaco di San Vito Chietino ed esponente del Pd, e' stato eletto all' unanimita' nuovo presidente della Sasi, l'ente gestore idrico del chietino, con sede a Lanciano.

Ma contro quella nomina si scaglia l’attuale primo cittadino di San Vito, Rocco Catenaro che lunedì scorso non ha partecipato all’assemblea dei sindaci dei Comuni soci della Sasi non condividendo l’indicazione del nome.

La nomina, secondo Catenaro, sarebbe «inadeguata e illegittima».

Inadeguata, spiega il sindaco, «perché Basterebbe ha già dimostrato nei lunghi decenni di governo quale sindaco e vice sindaco di San Vito la sua incapacità a gestire la cosa pubblica, riuscendo soltanto ad indebitare in modo spropositato le casse comunali. Negli ultimi anni, inoltre, pur non rivestendo alcun ruolo in consiglio comunale, ha tentato di ostacolare importanti progetti di sviluppo del territorio con denunce rivelatesi assolutamente infondate».

Illegittima perché, spiega ancora Catenaro, «posta in palese violazione della Legge 114/14 la quale stabilisce l’esplicito divieto di conferire a soggetti collocati in pensione cariche in organi di governo di società controllate da enti pubblici».

E questo sembra il punto più importante.

La S.A.S.I., infatti, è una società a totale partecipazione pubblica ed i Comuni soci esercitano un controllo sulla medesima.

Per questo Catenaro annuncia che chiederà formalmente all’Assemblea dei Comuni soci di revocare immediatamente la nomina del presidente e se nulla cambierà si prevede di ricorrere all’Autorità giudiziaria «in ogni sede per affermare l’irrinunciabile rispetto della legalità».

Basterebbe sostituisce il presidente uscente Domenico Scutti, due i suoi mandati, espressione del solo centrosinistra.

«E’ importante l’accordo programmatico raggiunto dai sindaci che ha portato all’elezione unanime del nuovo cda, l’esperienza e la concretezza di Basterebbe saranno preziose” – commenta invece Chiara Zappalorto, segretaria provinciale del Pd di Chieti.

Sulla stessa lunghezza d’onda il segretario del Pd di San Vito Chietino, Guerriero Giannantonio: «Conosciamo bene Gianfranco le sue capacità e la sua concretezza. È lui che la persona giusta per affrontare le problematiche in atto nella società di gestione idrica».