I 4 E L'APOCALISSE

Comune di Teramo: si dimettono 4 assessori. Sindaco Brucchi isolato

Questa mattina le dimissioni degli assessori di “Futuro In”

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

310

Comune di Teramo: si dimettono 4 assessori. Sindaco Brucchi isolato

 

 

TERAMO. Altro che crisi passata, 4 assessori, fedelissimi del sindaco Maurizio Brucchi. Minacciano di dimettersi, anzi ad oggi si dimettono (salvo naturalmente ripensarci per tempo).

Si tratta di Rudy Di Stefano, Piero Romanelli, Francesca Lucantoni ed Eva Guardiani i quali d'intesa con il gruppo consiliare e il coordinamento comunale di 'Futuro In' hanno reso noto, in un documento congiunto, che oggi provvederanno a restituire le deleghe al sindaco Maurizio Brucchi rassegnando quindi le dimissioni da assessori al Comune di Teramo.

«Questo atto - spiegano - ha lo scopo di facilitare la verifica in corso e di sottolineare, una volta di piu', l'autonomia e la liberta' d'azione che il sindaco ha avuto sin dal giorno successivo alle elezioni e che oggi vanno evidenziate con particolare chiarezza rispetto a qualche ricostruzione fuorviante. Questo atto ribadisce altresi' l'intenzione di difendere e di considerare prevalente rispetto ad ogni altra cosa la vita delle Istituzioni, affinche' si affermi un piu' complessivo senso di responsabilita' nel rispetto del principio fondante che e' per noi quello della rappresentanza democratica e non quello delle rappresentazioni virtuali. Abbiamo deciso di rassegnare le dimissioni - proseguono Di Stefano, Romanelli, Lucantoni e Guardiani - per accelerare e fluidificare la verifica in corso che deve avere ad oggetto, con assoluta priorita', i temi di metodo e di merito del governo della citta' e, solo secondariamente, gli organigrammi ed i nomi delle persone deputate ad assumere responsabilita' amministrative ai vari livelli».

Solo cosi' –secondo i quattro dimissionari- sara' possibile ridare nuovo slancio all'azione amministrativa apportando un rinnovamento che non sia solo di facciata ma che si concretizzi «in comportamenti e procedure all'insegna dell'efficienza, dell'entusiasmo e della lealta'».

 

 «Concordiamo, infine», concludono i quasi ex assessori, «con il nostro coordinamento e con il gruppo consiliare di Futuro In, sulla necessita' di valutare attentamente in termini programmatici e di metodo gli esiti della verifica politico-amministrativa in atto e, in caso positivo, di assicurare il sostegno alla prosecuzione del mandato del sindaco eventualmente anche a prescindere da un impegno diretto di esponenti del nostro gruppo nelle attivita' di governo, poiche' da sempre sosteniamo che l'attivita' di rappresentanza dei cittadini, delegata alla lista di Futuro In da quasi 6000 teramani, possa svolgersi utilmente ed efficacemente sia in termini di decisioni che sul terreno dei consigli, delle proposte, delle sollecitazioni».

 

Concorda con la scelta coraggiosa ovviamente il gruppo consiliare “Al Centro per Teramo” che commenta: «non possiamo che apprezzare la scelta del gruppo di Futuro In che, resosi evidentemente conto che la strada intrapresa dalla maggioranza era sbagliata, con l'azione posta in essere oggi ha dimostrato nei fatti di condividere la necessità di una svolta radicale, tanto politica quanto amministrativa, fondata sui contenuti, per ridare slancio e vitalità alla nostra città. Le questioni poste già da molti mesi dal gruppo Al  Centro per Teramo, rimaste purtroppo inascoltate, e riproposte attraverso le dimissioni dell'assessore Giorgio Di Giovangiacomo e l'uscita dalla maggioranza, fino ad oggi sono sembrate assorbite da uno sterile ed improduttivo "balletto" su organigrammi, posti ed incarichi finalizzato esclusivamente al procacciamento dei numeri per la sopravvivenza consiliare, senza comprendere che il tema vero riguardava e riguarda i contenuti, le prospettive, le scelte ed il metodo dell'azione amministrativa».

 

Questa mattina, invece, i tre assessori municipali dell'NCD (Mario Cozzi, Valeria Misticoni, Marco Tancredi) si sono recati questa mattina dal Sindaco Maurizio Brucchi, al fine di ribadire la disponibilità in relazione al mandato ad essi assegnato.

 

Gli assessori, pertanto, hanno confermato di essere disponibili, qualora il Sindaco lo ritenesse opportuno, a continuare a svolgere l'attività  amministrativa, sottolineando di essere pronti ad accettare ulteriori richieste che dovessero pervenire loro dal Primo Cittadino, nell'unico fine dell'interesse della Città.

 Anche Forza Italia ha rinnovato la propria fiducia al primo cittadino.