LA POLEMICA

Elezioni Francavilla, il sindaco Luciani mina la tranquillità di Sel

Sinistra ecologia e liberta sosterrà il primo cittadino uscente ma gli iscritti non lo sanno

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

330

Elezioni Francavilla, il sindaco Luciani mina la tranquillità di Sel

FRANCAVILLA AL MARE. La conferma è arrivata qualche giorno fa proprio dalla pagina del blog del primo cittadino Antonio Luciani, in piena campagna elettorale per tentare la rielezione.

Tra i partiti che appoggeranno la sua corsa oltre al Pd, alle liste Francavilla con Luciani, Francavilla Unita e Valori in Comune ci sarà anche Sinistra Ecologia e Libertà.

Ma non tutto il partito pare essere d’accordo. O meglio, una parte non sa chi abbia preso questa decisione, quali sono i punti in comune con Luciani, i progetti futuri.  

«Non c’è stata nessuna  assemblea degli iscritti  dove si è approvata  la composizione delle liste per le elezioni comunali e le alleanze politico-elettorali, così come prevede il regolamento», fa notare Antonio Paolucci, che insieme ad altri 30 iscritti ha chiesto un’assemblea urgente per discutere dell’argomento e trovare una soluzione.

Fino ad oggi, fa notare Paolucci, l' assemblea del  Circolo di Francavilla è stata  convocata  una sola volta, il 23 gennaio scorso per l'elezione del coordinatore: «all’ordine del giorno», assicura Paolucci, «non risultavano argomenti quali alleanze politico-elettorali o composizione delle liste, ed è certo  che in quella sede tali argomenti non sono stati né  discussi né deliberati».

Dunque chi ha deciso? Dove? Come? Quando?

«Chiediamo in base a quale deliberazione assembleare   il sindaco Luciani annovera il nostro partito  Sinistra Ecologia e Libertà tra le formazioni che lo sosterranno?», continua Paolucci. «Gli iscritti al Circolo non possono essere  esclusi da decisioni che devono essere obbligatoriamente discusse ed approvate  in sede assembleare. Infine avendo ricevuto una lettera di diffida, da  parte di un legale incaricato dal compagno De Lutiis,  per aver infranto le regole e lo Statuto,  invochiamo lo stesso   rispetto di regole e  statuto, chiedendo   la giusta convocazione dell’assemblea degli iscritti al Circolo per discutere delle prossime elezioni comunali e dell'eventuale accordo con i candidati sindaci».

Se questo non dovesse accadere  ai sensi di regolamenti e statuto i 30 iscritti la convocheranno personalmente: «siamo ancora in attesa dei verbali dell’assemblea del 23 gennaio, più volte richiesti, ai sensi dell’Art. 1 comma 4 e dell'Art. 2 comma 2 dello statuto del partito per verificare la correttezza dello svolgimento e dell’ esistenza del numero legale nelle varie fasi della stessa  e al momento delle deliberazioni».