SONDAGGI POLITICI

La rilevazione: «il 56,9% degli abruzzesi boccia D’Alfonso»

Tra l’opposizione piacciono Gatti e Marcozzi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1247

D’Alfonso in crisi con i suoi fa campagna acquisti a destra: è l’inizio del declino?

Luciano D'Alfonso

ABRUZZO. Il giudizio sull’operato del Presidente della Regione Luciano D’Alfonso è negativo per il 56,9% dei cittadini abruzzesi.

E’ quanto emerge dalla rilevazione socio politica ‘Abruzzo Monitor’ dalla società Digis (1.000 interviste): se il governatore dunque viene bocciato dalla maggior parte dei cittadini può accontentarsi del fatto che negli ultimi mesi il suo gradimento sia comunque lievemente migliorato rispetto al precedente monitoraggio.

Nel periodo 28 gennaio-1 febbraio 2016 è stata effettuata una rilevazione statisticamente che sull’Abruzzo proseguirà nei prossimi 2 anni, denominata Abruzzo Monitor.

Il 35,2% degli abruzzesi afferma che in Abruzzo si vive bene, mentre il 27,3% pensa si viva male. Il resto degli abruzzesi afferma di vivere né bene né male.

GLI ASSESSORI PIU’ AMATI

Il migliore assessore regionale è, invece, per gli abruzzesi Giovanni Lolli (21,6%), seguito da Silvio Paolucci (18,8%). Medaglia di bronzo, e in crescita rispetto alla precedente rilevazione di ottobre 2015, Andrea Gerosolimo (17,1%). Chiudono la classifica Marinella Sclocco (15,8%), Donato Di Matteo (13,8%) e Dino pepe (12,9%).

L’OPPOSIZIONE

Tra i rappresentanti politici dell’opposizione, colui che ispira più fiducia e credibilità è Paolo Gatti (26,1%), seguito dalla rappresentante dei Cinque Stelle Sara Marcozzi (24%). Buon risultato anche per Umberto Di Primio (17,4%), attuale sindaco di Chieti, Mauro Febbo con il 16,9% e il coordinatore regionale di Forza Italia Nazario Pagano con il 15,6%.

I SINDACI

Per quanto riguarda i Sindaci dei capoluoghi di provincia, il giudizio migliore lo ottiene il sindaco dell’Aquila Cialente, con un giudizio positivo dei suoi cittadini pari al 56,2%. A seguire Umberto Di Primio, sindaco di Chieti, con il 52,1%, mentre il sindaco di Teramo Brucchi si assesta al 45,1% di giudizi positivi, in crescita comunque rispetto alla rilevazione precedente di ottobre 2015. Fanalino di coda il sindaco di Pescara con 34,1% di gradimento.

I PARTITI

Dai dati rilevati si evince poi che la collocazione politica degli abruzzesi è in maggioranza nel centrosinistra con il 28,3%. Il centrodestra si ferma al 18,2%, il Movimento 5 Stelle il 13,9%, la sinistra ottiene il 12,8%, la destra l’11,4.