DISPARITA'


Quote rosa. Da Sel-Sinistra Italiana ricorso al Tar contro Maragno

«Non rispettata la rappresentanza di genere»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

100

comune montesilvano

MONTESILVANO. Mancato rispetto delle quote rosa: ricorso al Tar presentato da SEL contro la Giunta Maragno e richiesta d'intervento da parte del Prefetto. Intanto, nessuna risposta dalla Consigliera Regionale di Parità.

Come annunciato nelle settimane scorse, SEL-Sinistra Italiana ha promosso un ricorso al TAR contro la nuova giunta del sindaco Maragno per far rispettare la normativa vigente in materia di rappresentanza di genere, curato dall’avvocato Vittorio Iovine. Presenti in conferenza stampa il coordinatore regionale del partito Tommaso Di Febo, i coordinatori provinciale e di circolo, Daniele Licheri e Fiorangelo Cutilli, e l’ex assessore Rosa Pagliuca.

Montesilvano, quinta città d'Abruzzo per numero di abitanti, sembra avere un problema con le donne, o meglio, con il rispetto della legge 215/2012 che disciplina il riequilibrio delle rappresentanze di genere nelle amministrazioni locali. Sotto l’aspetto tecnico-giuridico sono state rilevate «palesi violazioni» ed «anomalie procedurali» nell’atto amministrativo oggetto della disamina di Sel, la nomina del settimo assessore da parte del sindaco Maragno.

«Ci sono aspetti di perplessità ed illiceità nel decreto in questione che sono stati posti a fondamento dell’atto di ricorso, già condivisi da importante giurisprudenza», hanno spiegato gli esponenti di Sel.

«Quando nel recente passato (amministrazione Di Mattia) ci siamo trovati di fronte al rispetto della normativa vigente, il nostro partito ha avuto un ruolo attivo e concreto con la nomina dell'assessore Rosa Pagliuca. Constatiamo che vige il principio dei due pesi e due misure, rispetto alla rappresentanza di genere, visto che in precedenza il centrodestra si scagliò contro Di Mattia».

In questo caso, invece, Sel ha invitato il sindaco Maragno a rispettare la rappresentanza di genere quando ha rimodulato la sua Giunta con la nomina del settimo assessore. E' trascorso più di un mese ma nulla è cambiato per questo il partito ha deciso di intraprendere una serie di iniziative. 

Oltre al ricorso, è stato chiesto ufficialmente alla Consigliera Regionale di Parità Letizia Marinelli di verificare se le norme a tutela della parità siano state rispettate dal decreto del Sindaco Maragno N°91 del 23/12/2015. Nel 2013 la stessa Consigliera si attivò inoltrando una diffida, in questo caso, invece, non è arrivata ancora una risposta. «Abbiamo, infine, provveduto ad informare della situazione anche al Prefetto di Pescara», spiegano gli esponenti di Sel.