TRASAPRENZA SCARSA

Chieti, M5S: «sito internet carente e poco trasparente»

Presentata una mozione

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

44

Chieti, M5S: «sito internet carente e poco trasparente»

CHIETI. Il Gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle di Chieti, grazie al lavoro degli attivisti, ha depositato al protocollo del Comune due mozioni riguardanti la trasparenza dell'attività amministrativa dell'ente.

I grillini chiedono l'aggiornamento del sito internet istituzionale ed il diritto di “Accesso civico” ai dati ed alle informazioni che l'ente è obbligato a pubblicare.

«Ci siamo resi conto che il sito internet del Comune presenta alcune criticità dal punto di vista della fruibilità da parte dei cittadini, la sua consultazione infatti non risulta agevole e le informazioni previste come obbligatorie dalla normativa sulla Trasparenza non sono sempre complete ed aggiornate. I dati relativi ai bilanci, ad esempio, son fermi al previsionale 2014. Allo stesso modo ci siamo accorti che il Responsabile della Trasparenza - il soggetto che deve curare la pubblicazione delle informazioni e dei dati obbligatori - ed il titolare del potere sostitutivo che deve sostituire il Responsabile della Trasparenza in caso di inerzia, sono la stessa persona. Precisiamo che non vi è nulla di illegale in questa concentrazione di funzioni tuttavia riteniamo che non sia opportuno che questa situazione resti immutata poiché potrebbero esservi conseguenze sulla reale tutela del diritto all'Accesso civico».

I portavoce proseguono spiegando che l'Accesso civico è un importante istituto di partecipazione democratica e di controllo dell'attività amministrativa degli enti, strettamente connesso con le funzioni tese ad eliminare i fenomeni di corruzione all'interno delle pubbliche amministrazioni.

«Per questo motivo abbiamo ritenuto di intervenire esercitando i poteri di indirizzo politico – amministrativo propri della nostra funzione di Consiglieri comunali e soprattutto di portavoce di una forza politica che fa della legalità e della trasparenza i suoi principi cardine».
«Auspichiamo così che il Comune di Chieti, attuando le mozioni che, verosimilmente, saranno discusse e votate al prossimo Consiglio comunale, possa intensificare gli sforzi già profusi per rendere tutta l'attività amministrativa trasparente, efficace e soprattutto comprensibile per i cittadini dotando il Segretario Generale di tutti gli strumenti e le risorse necessarie per curare al meglio la struttura e l'aggiornamento del sito istituzionale».