POLITICA

Rimpasto giunta Maragno, sindaco non conferma e non smentisce

Fuori Parlione e Brocchi?

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

223

Rimpasto giunta Maragno, sindaco non conferma e non smentisce

Maragno-Ruggero

MONTESILVANO. Aria di rimpasto nella giunta Maragno. Per il momento il sindaco, alla guida della città da 15 mesi, non conferma e non smentisce.

In un incontro con la stampa il primo cittadino ha spiegato che la sua squadra non ha problemi e che lui si sente di promuovere ogni singolo ‘giocatore’ a pieni voti.

«Nessuna bocciatura», ha sottolineato, «sono  felicissimo dell’apporto dato da ognuno, dalla professionalità e dall’ impegno mostrati in questi mesi».

E allora le voci di qualche cambio in corsa? Il primo cittadino non parla di contrasti né tantomeno di problemi quanto piuttosto di «qualche assessore che difficilmente concilia attività professionale con attività politica». Da qui forse la necessità da farsi da parte per tornare alla vita quotidiana e agli impegni lavorativi.

«Nessun segno di debolezza» da eventuali cambi, ha garantito Maragno, piuttosto «un segno di forza, per quella che è l’attività, trasparenza e partecipazione. Modificare la giunta serve per continuare ad alimentare il percorso virtuoso tracciato in questi mesi».

Tra i nomi degli assessori in bilico ci sono quello dell’attuale assessore all’Istruzione Maria Rosaria Parlione e del vice sindaco con delega all’Urbanistica Leo Brocchi.

Si è parlato di un ingresso di Anthony Aliano, già assessore della giunta Di Mattia, oggi area centrodestra.

Ma il diretto interessato smentisce e su Facebook scrive: «escluso un ingresso in giunta. Non nego, tuttavia, la possibilità di condividere con questa amministrazione l'obiettivo di ripulire la politica locale e gli uffici comunali dalla frequentazione dei soliti parassiti ben noti alla cittadinanza».

E poi ha scritto ancora: «rimango dove sono sempre stato: sulla poltrona della coerenza con le idee, i principi e gli obiettivi che hanno motivato la mia vita amministrativa! Di una cosa però sono certo: giammai con chi ha fatto tanto male alla Città negli anni che furono ben noti alla cronaca…».

«Il nuovo rimpasto in Giunta è l’ennesima farsa di un sindaco troppo attento alle poltrone e troppo assente sulle questioni riguardanti la città», dicono invece i consiglieri di Montesilvano Democratica, Lino Ruggero e Paolo Rossi. «Invece di pensare a come far tornare i conti all’interno della sua maggioranza Maragno facesse un giro per le strade di Montesilvano dove potrà riscontare uno stato di degrado e di abbandono totale presenti nell’intero territorio».

«Sono mesi che ormai il sindaco ha gettato la spugna sui problemi relativi ai montesilvanesi. Parchi chiusi, rifiuti puntualmente fuori dai cassonetti, manutenzione in balia di se stessa, strade sporche ed erba alta dappertutto. Per non parlare del caos riguardo le mense scolastiche e dell’aumento delle tasse con la Tari arrivata ai cittadini ben due volte nel 2015», chiudono i due.