IL DUBBIO

Fonti rinnovabili su nuove costruzioni, M5S: "perchè Comune di Vasto non controlla?"

I dubbi dei pentastellati in attesa di risposta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

45

Fonti rinnovabili su nuove costruzioni, M5S: "perchè Comune di Vasto non controlla?"




VASTO. Nonostante il fatto che gli obblighi del Decreto Legge siano entrati in vigore dal 31 maggio del 2012, ancora a tutt’oggi non risulta che il Comune di Vasto richieda il rispetto dell’utilizzo delle fonti rinnovabili sulle nuove costruzioni.
Per quale motivo, visto che tutti i Comuni circostanti si sono adeguati?
Lo domanda il Movimento 5 Stelle che aspetta una risposta chiarificatrice.
E' stato il Decreto legislativo 28/2011, a rimodulare i requisiti necessari per ottenere il titolo abitativo edilizio in funzione della promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili.
Nel caso di edifici nuovi o edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti, gli impianti di produzione di energia termica devono essere prrogettati e realizzati in modo da garantire il contemporaneo rispetto della copertura, tramite il ricorso ad energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili, del 50% dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria e delle seguenti percentuali della somma dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento: il 20 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013; il 35 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016; il 50 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è rilasciato dal 1° gennaio 2017.

Nel caso di edifici nuovi o edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti, la potenza elettrica degli impianti alimentati da fonti rinnovabili che devono essere obbligatoriamente installati sopra o all’interno dell’edificio o nelle relative pertinenze, misurata in kW, è calcolata secondo la formula P=S/K dove S è la superficie in pianta dell’edificio al livello del terreno, misurata in m2, e K è un coefficiente (m2/kW) che assume i seguenti valori: K = 80, quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013; K = 65, quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016; K = 50, quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2017.