IN COMUNE

Consiglio comunale Città Sant’Angelo, la giunta Florindi fa scena muta

«Sfugge il motivo di questo atteggiamento»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

275

Consiglio comunale Città Sant’Angelo, la giunta Florindi fa scena muta

CITTA’ SANT’ANGELO. Spaccatura sempre più netta tra opposizione e maggioranza in Consiglio comunale. Mentre l’opposizione incalza la giunta Florindi su vari argomenti richiedendo spiegazioni, le risposte non arrivano.

Protesta il consigliere di opposizione Matteo Perazzetti di “Responsabilità Comune” che bacchetta la maggioranza che «sceglie di non dialogare in un imbarazzante silenzio».

  Nel Consiglio di ieri si doveva discutere  e fornire risposte tra le altre cose anche della mozione di sfiducia dell’assessore Denia Di Giacomo ma sull’argomento non sono stati forniti riscontri né dettagli.

«L’assessore ha fatto scena muta riguardo anche ad una richiesta relativa all'attivazione o meno della porta a porta ed alla capacità economica delle casse comunali di garantirla, stante le difficoltà economiche dell'Ente», dice Perazzetti.

Il punto all'ordine del giorno riguardava un'interrogazione di Responsabilità Comune su finanziamenti regionali risalenti al 2008 per l'attivazione di una raccolta domiciliare mai partita.

Stesso comportamento anche per il sindaco e il vice sindaco assessore all'Ambiente, Alice Fabbiani, in merito alla domanda se il Comune stia osservando le prescrizioni della Delibera Giunta Regionale 157/2015 in ordine ai prelievi ed analisi quindicinali delle acque del litorale angolano classificate «scarse» tanto da essere state già interdette alla balneazione in passato.

«Un atteggiamento unico nel panorama politico-istituzionale italiano», sostiene Perazzetti, « Imbarazzante per la maggioranza stessa, che dimostra un modo di fare politica sprezzante dei più banali meccanismi democratici, ma soprattutto per la cittadinanza che paga i nostri Amministratori e soprattutto li ha eletti perché ha riposto fiducia nelle loro capacità e nel loro impegno,  ma di fronte a queste scene crediamo che abbiano molto da riflettere.  Porta a porta assente a Città Sant’ Angelo con livelli di indifferenziata  all'80% e un assessore (Denia Di Giacomo) che non ha idea , non avendo accennato alla minima risposta, su se e quando partirà - la cosa a dire il vero non ci stupisce visto il recente scandalo della beffa della  raccolta dell'umido , rimescolato nell'indifferenziata , a fronte dell'ammissione del quale nessuna misura fu annunciata dall'Assessore Di Giacomo , ciò che stupisce è che ancora non abbia avuto il buon senso di lasciare l'incarico, evidentemente eccessivamente complesso da gestire».

«Sfugge il motivo di questo atteggiamento», contesta il consigliere di minoranza, «forse la paura di fare brutte figure perché non adeguatamente preparati sugli argomenti?  Responsabilità Comune si appella ai cittadini : devono sapere come gli Amministratori che hanno eletto, i giovani amministratori in particolare  (che dovevano rinnovare la politica angolana),  esercitano il loro mandato ; devono essere più presenti ed informati sulla vita politica della loro cittadina».