PASSERELLA

Giulianova inaugura per prima la pista ciclabile bike to coast

Ma è lunga appena 650metri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

169

PISTA CICLABILE

GIULIANOVA. «Oggi, dal Salinello al Tordino, esiste una pista ciclabile a disposizione dei cittadini e dei turisti. E Giulianova è il primo, e ancora l'unico Comune in Abruzzo, ad aver utilizzato i fondi messi a disposizione per il progetto Bike to Coast al cui finanziamento la nostra città, inizialmente esclusa, venne ammessa il 2 aprile del 2014 grazie al mio impegno e a quello dell'allora assessore Archimede Forcellese».

Ha esordito così il sindaco Francesco Mastromauro al momento del taglio del nastro della nuova ciclabile, il cui progetto esecutivo è stato approvato il 9 gennaio scorso, mentre l'aggiudicazione provvisoria si era avuta il 6 febbraio dandosi quindi avvio all'intervento il 9 marzo scorso.

«La nuova ciclabile, 650 metri con un segmento di collegamento di 110 metri su piazza del Mare dal Lungomare monumentale, è il frutto di un gioco di squadra.Qualcuno ha sostenuto che la creazione della pista ha ristretto la carreggiata. Ciò è falso. La pista occupa gli stessi spazi degli stalli sosta prima esistenti. Nulla si è tolto e nulla si è aggiunto. Si ricorderanno anche le polemiche per l'eliminazione, lungo il marciapiedi, dei pini. Ho già detto, e lo ripeto,  che ciò era inevitabile. Gli esperti forestali avevano infatti detto che i pini, oltre ad interferire con la ciclabile, avrebbero creato problemi di stabilità biologica e strutturale qualora si fosse proceduto al taglio delle radici che, è noto, avevano sollevato il terreno creando pericolosissimi dossi. Ma, come più volte ribadito, i pini sarebbero stati sostituiti con altre essenze meno invasive, in accordo con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Ed infatti i pini sono stati sostituiti con i lecci. Mentre le palme, aggredite dal punteruolo rosso, verranno  rimpiazzate da altre del tipo Washington, immuni dall'aggressione del terribile coleottero. Quanto al ripristino della ciclabile erosa dalla piena del Tordino del marzo 2011, i lavori prenderanno avvio a settembre, dopo il completamento degli interventi in corso per il ripristino degli argini fluviali».

L'assessore regionale al Cicloturismo Dino Pepe, presente alla cerimonia, ha elogiato il Comune di Giulianova per la realizzazione dell'opera, che oltretutto prevede una riqualificazione del tratto esistente sul Lungomare monumentale e di piazza Dalmazia.