POLITICA

Rifiuti Lanciano, l'opposizione chiede le dimissione dell'assessore Di Campli

«Superficialità e mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

102

rifiuti cartone

 LANCIANO. Questa mattina alle ore 12 presso la sala consigliare si è riunita  la commissione congiunta ambiente-finanze per discutere dell’affidamento in house del servizio di igiene urbana alla Eco.Lan.

Dopo aver ampiamente dibattuto sugli aspetti tecnici e procedurali  esaurientemente presentati dai tecnici dell’Eco.Lan,  la discussione si è incentrata   sull’aspetto finanziario e in particolare sulla convenienza economica per il comune di Lanciano e per i cittadini lancianesi.

Sottolineando che la convenienza economica è l’elemento propulsore del progetto, i consiglieri di opposizione presenti (Graziella Di Campli, Tonia Paolucci, Luciano Bisbano, Paolo Bomba e Manlio D’Ortona) hanno chiesto l’intervento dell’assessore alle finanze, Valentino Di Calmpli, che con molta tranquillità avrebbe ammesso la sua non conoscenza della problematica.

«Ci ha  testualmente detto», riferiscono i consiglieri, «“non ho avuto tempo di guardare il piano economico del progetto e  non sono in grado di fornire risposte”».

Una dichiarazione che ha lasciato senza parole gli esponenti della minoranza che sostengono che a questo punto l’assessore dovrebbe dimettersi dal proprio incarico.

Anche perché la questione di cui si parla non è di certo secondaria: «questa operazione impatta sulle casse comunali e sulle tasche dei cittadini  per circa 4,5 milioni di euro» e i consiglieri sottolineano «la gravità,  la superficialità e soprattutto la mancanza di rispetto nei confronti dei nostri concittadini,  a cui l’assessore alle finanze dovrebbe  dedicare  la massima attenzione soprattutto quando si tratta di fornire servizi vitali alla città che ha anche conseguenze sule spese a carico delle famiglie lancianesi».

«Se non ha tempo da dedicare al bene pubblico», insistono gli esponenti dell’opposizione, «farebbe meglio a presentare le sue dimissioni così come l’opposizione nella sua interezza ha chiesto ufficialmente nella stessa seduta».