IMPRESA E POLITICA

Anche in Abruzzo operativo fondo microcredito con stipendi del M5S

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

207

Anche in Abruzzo operativo fondo microcredito con stipendi del M5S

 

ABRUZZO. Il 27 maggio e' partita anche in Abruzzo l'operazione Fondo di garanzia per il microcredito iniziativa del Movimento 5 Stelle.

Si tratta di una garanzia dello Stato per i finanziamenti fino a 25/35 mila euro a piccole imprese di 5 o 10 dipendenti garantiti appunto dallo stato, e per questo molto piu' agevoli da ottenere non essendo necessaria la valutazione economico-finanziaria.

Questo fondo statale e' costantemente incrementato dai tagli agli stipendi dei parlamentari del M5S, che ad oggi ammontano a circa 12 milioni di euro.

«E' la prima volta che nella storia del nostro paese i politici si tagliano lo stipendio per restituirli alla collettivita'. I parlamentari abruzzesi hanno restituito ad oggi circa 400 mila euro: potenzialmente centinaia di posti di lavoro potranno essere creati in Abruzzo grazie ai tagli allo stipendio dei parlamentari M5S», hanno scritto in una nota gli stessi parlamentari abruzzesi che aggiungono: «Finalmente anche in Abruzzo da oggi sara' possibile richiedere il finanziamento. I problemi tecnici che ci sono stati nei giorni scorsi, dovuti a una delibera di Giunta regionale del 2011 (e che i consiglieri regionali chiederanno di modificare per uniformarci al resto d'Italia) che obbliga per questo tipo di finanziamento ad avere la controgaranzia dei confidi (unico caso in Italia insieme alle regioni Marche e Toscana), e che hanno causato blocchi per le banche e per gli enti preposti nella lavorazione delle pratiche, da oggi sono superati».

 Artigiancassa-gruppo BNP, Intercredit, CoopCredito-Confesercenti, Creditfidi e Unicredit hanno assicurato di essere pronti a ricevere le domande.

Anche gli altri istituti finanziari e confidi dovrebbero aggiungersi nei prossimi giorni come sta avvenendo nel resto d'Italia.

Trattandosi di un fondo rotativo, che si autogenera - spiegano i parlamentari pentastellati - tutti gli interessati possono continuare a chiedere i finanziamenti, sia chi ha gia' effettuato la prima prenotazione ma sono scaduti i 5 giorni, sia chi invece si accinge a farlo per la prima volta".

Tutte le informazioni sul sito del ministero.