LA PROTESTA

Politiche della casa Chieti, El Zohbi: «tutto bloccato da 5 mesi»

Entro ottobre il Comune dovrà predisporre il nuovo bando

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1007

Politiche della casa Chieti, El Zohbi: «tutto bloccato da 5 mesi»




CHIETI. «A distanza di 5 mesi dalla nomina della Task Force dell’Ufficio Politiche Abitative, il servizio Casa è ancora fermo al palo».
La denuncia arriva ancora una volta dal consigliere comunale di minoranza Bassam El Zohbi che spiega: «l’unico compito della Task Force composta da un Dirigente e da due Funzionari in aiuto all’assessore e al suo supplente, era quello di assegnare le case vuote agli aventi diritto al bando generale, controllare e stilare una nuova graduatoria per tutte quelle famiglie che hanno fatto domanda per l’emergenza abitativa. Cinque mesi sono passati e di quelle assegnazioni e di quelle graduatorie non si sa nulla; secondo il Regolamento detta Graduatoria doveva essere aggiornata con cadenza bimestrale».

El Zohbi stila poi la lista di tutto ciò che è ancora inspiegabilmente fermo. E la lista è davvero lunga: «il nuovo bando della mobilità, il nuovo Bando Generale del 2012, gli atti di precetto, il recupero degli alloggi, il controllo delle case per i non aventi diritto, l’assegnazione della case alla Graduatoria del bando Generale, l’assegnazione delle case alla Graduatoria del bando Mobilità, il nuovo bando per il Fondo Emergenza Abitativa, il bando per l’erogazione Fondo Piano Casa nazionale, il bando per l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’idoneità alloggiativa, la Graduatoria per l’Emergenza Abitativa, l’occupazione abusiva.
Due mesi fa, ricorda il consigliere, sono arrivati i soldi dalla Regione Abruzzo a sostegno di quelle poche famiglie che hanno fatto richiesta «ma quei soldi sono ancora fermi nelle casse comunali e le famiglie non vedono ancora un centesimo. Tutti i Comuni italiani hanno già pubblicato il nuovo bando 2015 per attingere a quei fondi nazionali legati alla Legge 431 per il sostegno all’affitto privato (annualità 2014) invece il Comune di Chieti, anche questa volta, non sa nulla e non ha pubblicato ancora niente».

L’unico modo, ricorda il consigliere, per poter usufruire degli stanziamenti nazionali è quello di fare il Bando in tempo utile dandogli massima comunicazione a tutte le famiglie aventi diritto e che pagano un affitto privato.
«Ricordo all’Amministrazione e all’Ufficio che il termine ultimo è il 31 ottobre 2015 per istruire tutte le domande cioè mancano meno di cinque mesi per fare il Bando, divulgarlo e ricevere le domande. Invito, nuovamente, l’Amministrazione ad attivarsi da subito per predisporre detto bando con la relativa modulistica dando massima divulgazione al maggior numero possibile di famiglie aventi diritto di poter accedere a questi finanziamenti».