IN COMUNE

Francavilla, «meno tasse e più opere pubbliche: bilancio della rinascita»

Consiglio comunale importante per la giunta Luciani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1572

Francavilla, «meno tasse e più opere pubbliche: bilancio della rinascita»

Gonfalone Francavilla




FRANCAVILLA AL MARE. «Questo sarà il bilancio della rinascita, meno tasse e più opere pubbliche per dare a Francavilla servizi migliori e più efficienti e, soprattutto, una maggiore qualità della vita».
Lo annuncia l’assessore al Bilancio, Rocco Alibertini, in vista del prossimo Consiglio Comunale (convocato in prima convocazione oggi pomeriggio e in seconda convocazione giovedì alle ore 17:00) nel corso del quale verranno approvati il bilancio di previsione 2015 e pluriennale 2015-2017.
Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti è prevista una riduzione media del 5% sulla TARI per le utenze domestiche e del 10% su quelle non domestiche, oltre ad agevolazioni per anziani che vivono all’interno di case di riposo e studenti fuori sede pur essendo iscritti negli elenchi anagrafici del Comune di Francavilla.
«Tutto ciò è stato possibile», spiega Alibertini, «grazie all’estensione, su tutto il territorio comunale, della raccolta differenziata ‘porta a porta’ che ha generato, per il 2015, risparmi per l’Ente per circa 250.000 euro. Anche sull’IMU sono previste delle riduzioni: l’1x1000 sui terreni edificabili che passano, dunque, dal 10,6 al 9,6 oltre all’assimilazione all’abitazione principale delle unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani disabili residenti permanentemente in istituti di ricovero e da residenti all’estero già pensionati nel rispettivo Paese di residenza». 

«Tre anni di sacrifici e risanamento per pagare i debiti pregressi nonostante i tagli di quasi quattro milioni di euro effettuati dal Governo centrale: quasi un anno di progettualità e programmazione ed ora Francavilla è pronta a ripartire – sottolinea ancora l’assessore Alibertini -. Lo possiamo definire, dunque, il bilancio della rinascita. Un bilancio quasi totalmente ripianato, a testimonianza del percorso virtuoso avviato dalla nostra Amministrazione fin dall’insediamento. E’ stato un cammino difficile, condotto in modo costante ed efficace, con l’obiettivo di riportare le casse comunali ad una situazione di normalità. Per quanto concerne la riduzione delle tassazioni comunali, quest’anno l’Amministrazione ha profuso il massimo sforzo in tal senso. A partire dai prossimi bilanci, infatti, sarà possibile ridurre ulteriormente le imposte municipali».

«Inoltre – rimarca il sindaco, Antonio Luciani –, con la vendita della nostra quota di Alento Gas ad Hera Comm per una cifra di 2,8 milioni di euro potremo realizzare, in breve tempo, lavori pubblici imprescindibili per lo sviluppo di Francavilla, come la nuova Piazza Sant’Alfonso, i marciapiedi sul Viale Nettuno, l’asfalto su diverse zone della città, interventi sulle scuole, sui fossi e sui canali, oltre a continuare nel percorso di risanamento delle casse dell’Ente».
« “Grazie all’approvando bilancio, dunque - conclude il primo cittadino -, potremo raccogliere i frutti del duro lavoro che abbiamo portato avanti sin dal giugno 2011 e continuare a ridare a Francavilla quella centralità che la nostra città merita nello scacchiere regionale e medio-adriatico».