RIORGANIZZAZIONE?

Comune Pescara, asili, musei, mercati e autoparco: tagli e ottimizzazioni in arrivo

Delibera su piano di riequilibrio, votata in Giunta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1615

Comune Pescara, asili, musei, mercati e autoparco: tagli e ottimizzazioni in arrivo

PESCARA. Nella giornata di ieri la Giunta comunale ha deliberato le linee guida sulla spending review e sulla ottimizzazione delle entrate per migliorare la qualità dei servizi ai cittadini contenendone la spesa, dando incarico ai dirigenti di adottare le conseguenti necessarie azioni.
Per quanto riguarda il servizio mense si è deciso che accorpando in un'unica gara d’appalto gli approvvigionamenti e i servizi a supporto alla refezione scolastica sarà possibile prevedere un riduzione della spesa per il triennio 2015-2017 del 3% per il primo anno e del 5% per i successivi.
Per l’efficientamento delle entrate a partire dal prossimo anno scolastico verrà introdotto un sistema prepagato per la riscossione delle rette a carico degli utenti «con una gestione più snella», ha spiegato l’assessore Bruna Sammassimo, «che consentirà anche lo smaltimento della notevole mole dei residui attivi, risultanti oggi in bilancio».
Per quanto riguarda il trasporto sociale, con apposito regolamento si provvederà alla razionalizzazione del servizio eliminando la ripetizione di percorsi e ottimizzando le risorse, così da prevedere dal 2016 all’abbattimento della spesa di circa 30.000,00 con l’affidamento a terzi del servizio di scuolabus.

Asili nido: prevista la razionalizzazione delle risorse umane con la riconversione della scuola di via Rubicone e possibilità di recuperare 4 unità da destinare ai nidi d’infanzia e ottenere un doppio beneficio: quello di abbattere le spese per le supplenze e incrementare il numero di ammissioni di bambini per almeno 26 unità.

E’ inoltre previsto un nuovo bando di gara per l’affidamento in gestione per ulteriori tre anni dell’asilo d’infanzia comunale “Il Bruco” e previsione di esternalizzazioni di ulteriori 2/3 strutture nel triennio 2016-2018; laddove si dovessero creare le condizioni tecniche da parte degli uffici, le esternalizzazioni potranno anticiparsi al corrente esercizio 2015/17. «Si potrà così ottenere», spiega l’assessore, «un incremento dell’offerta con nuove ammissioni di bambini per 12 unità l’anno. Ciò determinerà, contemporaneamente, l’incremento delle entrate e la sensibile riduzione delle liste d’attesa».
Per quanto riguarda i tre mercati coperti è prevista una ottimizzazione delle entrate derivanti da posteggi contrattualizzati con 73 concessioni in essere per rideterminarne le condizioni.
Stesse linee guida per i 7 mercati rionali, «ottimizzando la fase di riscossione anche con eventuale rateizzazione del dovuto per posizioni debitorie importanti». Previsto abbattimento spese di funzionamento (pulizie, energia elettrica, telefonia, calore).
Grandi progetti, invece, per il mercato ittico: «considerata la gestione virtuosa della struttura», spiega Sammassimo, «l’azione dell’Amministrazione è finalizzata a far sì che Pescara diventi un punto di riferimento per il mercato del pesce per l’intera costa abruzzese, promuovendo anche la creazione di un marchio distintivo del pescato regionale».

Anche il settore cultura (musei, gallerie e mostre) sarà oggetto di un’ampia riforma,« che da un lato mira ad una riorganizzazione virtuosa sui costi, dall’altro non trascura le esigenze dell’utenza, anche mediante l’apertura al pubblico delle strutture culturali nei giorni festivi e prefestivi attraverso convenzioni con associazioni di volontariato che diano in tal senso la propria disponibilità a titolo gratuito».
La gestione della rete museale sarà ottimizzata per incentivare un calendario di eventi e rendere più appetibili le strutture con percorsi interattivi all’interno dei musei, centralizzazione delle prenotazioni, nonché la possibilità di prevedere spazi da destinare ad attività commerciali all’interno degli stessi.
Si provvederà inoltre all’abbattimento delle spese di funzionamento «mediante azioni di razionalizzazione dell’uso delle strutture e di efficientamento energetico».

Per gli impianti sportivi è prevista una revisione delle tariffe «con canoni comunque ridotti rispetto ai prezzi di mercato e riduzione dei costi di gestione degli impianti». Per le palestre scolastiche sarà predisposto un apposito regolamento finalizzato ad uniformare la gestione a quella degli impianti sportivi.
Capitolo rifiuti: «la giunta con delibera n. 30 del 22.01.2015 ha determinato una riduzione di budget per l’anno 2015 relativa all’affidamento del servizio di raccolta ad Attiva Spa senza però ridurre la qualità e quantità dei servizi, ma con un piano di razionalizzazione e di efficientamento della società», spiega Sammassimo. «E’ prevista un ‘ulteriore riduzione nel biennio 2016/2017 di 300.000 euro, sempre senza ridurre la quantità e qualità dei servizi. Ne consegue che sin dal 2015 vi sarà una riduzione della tassa sui rifiuti, che a regime, nel triennio 2015/17, sarà di quasi 2 milioni di euro. Ulteriore razionalizzazione della raccolta dei rifiuti urbani verrà con la realizzazione dell’impianto di compostaggio anaerobico, a seguito del finanziamento concesso dalla Regione Abruzzo pari a 2,5 milioni di euro».
Per le spese di telefonia sono previste «importanti riduzioni» attraverso «un’accurata revisione della telefonia fissa e mobile, con verifiche di abilitazioni e il passaggio a sistemi tariffari più convenienti». Sul punto è stato realizzato uno studio di rideterminazione delle connessioni dati verso le sedi decentrate abbattendo del 66% il relativo costo.
Si è proceduto ad una ricognizione generale anche sui mezzi comunali in dotazione ai vari servizi, prevedendo la rottamazione dei mezzi obsoleti e vetusti con i conseguenti risparmi e la revisione a ribasso di tutti i contratti relativi ad assicurazioni, bolli, manutenzione e fornitura di carburante.