SENZA OSTACOLI

Montesilvano, il Consiglio comunale dice sì all’eliminazione delle barriere architettoniche

Approvato ordine del giorno del M5S. Anelli: «atto rivoluzionario»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1470

Montesilvano, il Consiglio comunale dice sì all’eliminazione delle barriere architettoniche

MONTESILVANO. E’ stato approvato nel corso della seduta odierna del consiglio comunale, l’ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, relativo all’approvazione del Peba, il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche.
L’assise, alla quale hanno preso parte numerosi cittadini disabili, ha dato il suo ok all’unanimità.
Entro 6 mesi verrà convocato un tavolo, che coinvolgerà le associazioni interessate, per la redazione del Piano, che secondo la legge italiana, i Comuni avrebbero dovuto adottare già dal 1986.
«Abbiamo fatto fare un passo storico al Comune di Montesilvano», commentano soddisfatti i grillini. «L’atto risulta rivoluzionario», sottolinea Manuel Anelli, «soprattutto perché andiamo a fare in modo che la città più cementificata della riviera Adriatica destini somme derivanti dai proventi annuali dei permessi di costruire e delle sanzioni in materia urbanistica alla realizzazione di interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche». 

Infatti l’ordine del giorno ha stabilito anche di destinare una somma stabilita tra il 5% ed il 10% dei proventi annuali derivanti dai permessi di costruire e delle sanzioni in materia urbanistica ed edilizia alla realizzazione di interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche; e di organizzare, la prima domenica di ottobre di ogni anno, iniziative di sensibilizzazione sui temi legati alle barriere architettoniche.
Nel corso della seduta odierna sono state anche analizzate le interrogazioni relative alla sospensione del servizio di lettura dei quotidiani nella biblioteca comunale, ripristinato già dal 1 febbraio; ai lavori del bocciodromo che potrebbero essere completati entro l’anno e alla messa in sicurezza di una strada in Contrada Barco.
Approvato, inoltre, con 12 voti a favore e 8 contrari, il progetto di completamento e miglioramento della viabilità di via Gran Paradiso, con avvio della procedura espropriativa.
Il Consiglio si è concluso con l’approvazione all’unanimità del regolamento comunale per la Gestione del Compostaggio domestico, un sistema per l’autosmaltimento domiciliare dei rifiuti organici provenienti dalla manutenzione di piccole aree e dall’attività domestica, basato sulla raccolta differenziata dei rifiuti organici che non vengono conferiti al servizio pubblico di raccolta, ma accumulati direttamente dalla famiglia richiedente in apposite compostiere e rivolto solo ai proprietari di case con giardini.
Le interrogazioni e le mozioni non discusse oggi verranno affrontate nella prossima seduta che si riunirà in prima convocazione mercoledì 11 e in seconda giovedì 12 marzo.