POLITICA

Centro distribuzione per famiglie in difficoltà ad Ortona, Coletti: «il sindaco si fermi»

Il Pd chiede la revoca dell’ultima delibera di giunta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2467

Centro distribuzione per famiglie in difficoltà ad Ortona, Coletti: «il sindaco si fermi»

ORTONA. Il capogruppo Pd, Tommaso Coletti, ha inoltrato al sindaco Vincenzo d’Ottavio una richiesta ufficiale di revoca della deliberazione della Giunta Comunale n. 12 del 20.01.2015 che riguarda la convenzione per la gestione dell’attività del centro unico di distribuzione di beni alimentari e non alimentari per le famiglie in difficoltà economica che si dovrebbe realizzare nel quartiere San Giuseppe.
Inizialmente il progetto condiviso con la Consulta delle Associazioni di Volontariato prevedeva il coinvolgimento di tutte le associazioni impegnate in attività di inclusione e sostegno alle famiglie in difficoltà, in particolare la Croce Rossa, il Ristoro degli Angeli, la Caritas, il Consultorio Familiare, il Soggiorno Proposta e altre associazioni ortonesi.

Il progetto è stato ideato in attuazione del programma elettorale del centrosinistra che prevedeva la creazione di una rete di solidarietà formata dal Comune, dalle associazioni e dalle altre istituzioni pubbliche, per assicurare servizi alla persona maggiormente efficienti ed efficaci.
Ciascuna associazione avrebbe dovuto occuparsi di alcuni aspetti del progetto, in collaborazione con i servizi sociali del Comune.
Il Ristoro degli Angeli ha da tempo sottoscritto un’apposita convenzione con la grande distribuzione per il ritiro dei prodotti da destinare alle famiglie bisognose, il Rotary di Ortona ha offerto l’acquisto delle cella frigorifera per la conservazione dei prodotti da sistemare proprio nel centro di S. Giuseppe e la Croce Rossa, insieme alla Caritas e alle altre associazioni, si sarebbe dovuta occupare della gestione operativa della struttura messa a disposizione dal Comune.
«Improvvisamente l’attuale Giunta Comunale, senza consultare le associazioni», contesta Coletti, «ha approvato la deliberazione che ha affidato la gestione esclusiva del centro unico ad una sola organizzazione, vanificando così l’importante progetto finalizzato a rafforzare la rete di collaborazione tra le associazioni in favore dei più deboli. Oltre ad aver evidenziato i ritardi nei lavori di sistemazione del centro di distribuzione appaltati la scorsa estate e non ancora iniziati – dichiara il capogruppo Pd – abbiamo chiesto la revoca di questa deliberazione che vanifica il lavoro svolto finora e non consente di realizzare un importante progetto promesso alla comunità ortonese».