TURISMO

Montesilvano, M5S sprona Maragno: «serve programmazione stagione turistica»

«Servono migliaia di turisti per riattivare commercio»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2015

Montesilvano, M5S sprona Maragno: «serve programmazione stagione turistica»

MONTESILVANO. «Dov'è la programmazione per gli eventi primaverili ed estivi? Tanto, soprattutto in campagna elettorale, si è parlato di destagionalizzazione del turismo. Ma cosa è stato fatto fino ad oggi? Assolutamente nulla».
E’ critico il Movimento 5 Stelle assolutamente non soddisfatto di quanto fatto fino ad oggi dalla giunta Maragno.
«Per una città grande e complessa come Montesilvano che basa la sua economia in maggior parte sul turismo bisogna calcolare scrupolosamente quella che sarà la futura stagione estiva. Se riuscissimo a portare migliaia di turisti in più riattiveremo il commercio in città e le strutture alberghiere così come i commercianti saranno in grado di tirare un sospiro dalle alte tasse comunali», analizza il consigliere comunale Manuel Anelli.
Il Movimento 5 Stelle chiede che la prossima stagione turistica sia calcolata «scrupolosamente con una programmazione tale da renderci visibili a livello non solo regionale. Montesilvano possiede più di cinquemila posti letto che dovranno essere, per come la vediamo noi, sold out per tutta la stagione estiva (e non solo). Questo porterebbe non solo un introito diretto agli albergatori ma anche uno indiretto e tangibile alla città. Anche il benzinaio, il negozio di souvenir, il tabacchino o l'edicolante potranno beneficiarne se fossimo in grado come comune di vendere il "pacchetto Montesilvano" a mille o duemila famiglie in più interessate a trascorrere le vacanze in Abruzzo. Ci vogliono convenzioni vantaggiose che facciano preferire Montesilvano rispetto ad altre mete balneari».
«Abbiamo votato favorevolmente la messa in liquidazione del carrozzone della Palacongressi Spa, società che avrebbe dovuto (e non lo ha fatto) gestire il Palacongressi», ricorda Anelli. «Inoltre, nel mese di Marzo 2015 il contratto di locazione cesserà ed il comune si riprenderà la struttura. È di primaria importanza che noi cittadini torniamo proprietari del più grande volano della città per creare turismo. Noi siamo pronti a dialogare per questo obiettivo che mira al benessere delle attività commerciali della nostra città».