CENTROSINISTRA

Pd Chieti, domenica le primarie del centrosinistra. Sfida Febo - Marino

Dalle 9 alle 21 aperti 8 seggi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3124

Pd Chieti, domenica le primarie del centrosinistra. Sfida Febo - Marino

Febo - Marino

CHIETI. Il centrosinistra lancia la sfida all’amministrazione uscente e domenica prossima sarà giornata di primarie.
Otto seggi aperti dalle 9 alle 21 e due nomi in gara: si sfideranno alle urne Luigi Febo, 49 anni archietetto, e Marco Marino, 53 anni, direttore amministrativo nel mondo della scuola. Sono entrambi del Pd e già consiglieri comunali e assessori. Il vincitore sarà ufficialmente il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra. A sostegno delle candidature hanno scelto di dare il loro appoggio il Pd, Italia dei Valori, Chieti Domani, Democrazia Solidale, Chieti per Chieti, Centro Democratico, Il Popolo di Chieti, Liberali per Chieti e Democratici per Chieti.
«Sono convinto che, a prescindere dal risultato», ha detto Febo, ex assessore comunale al Lavori Pubblici dell'era Ricci e oggi consigliere di opposizione, «il centrosinistra sia pronto a governare bene questa città dopo cinque anni di immobilismo amministrativo».
«Il 2015 sarà un anno di scelte dure per il Comune», ha sottolineato invece Marino, già assessore alla Pubblica Istruzione, al Bilancio e al personale. «Bisognerà fare i conti con un bilancio difficile. La base da cui partire non può dunque prescindere dalla trasparenza, dalla coerenza e dall’onestà nei confronti dei cittadini».
«Entrambi i candidati scaldano così i motori, pronti a costruire, assieme all’intera coalizione, il concreto rilancio di Chieti», annuncia il responsabile della comunicazione del Centro Sinistra, Florenzo Coletti. «Le elezioni primarie sono il terreno ideale per gettare le basi di una corsa che inizierà solo nella primavera del 2015: Chieti diventerà una città nuova».

Idv ha ufficializza il suo appoggio a Febo alle primarie. «E’ il sindaco ideale per la città di Chieti», spiega Bassam El Zohbi capogruppo IdV in Consiglio Comunale.
«La prima questione da risolvere riguarda le politiche abitative, conseguenza del fallimento della precedente amministrazione che ha distrutto un ufficio casa. Il regolamento, che da risposte immediate, per affrontare l’emergenza abitativa è già pronto e sarà al vaglio del Consiglio comunale appena si insedierà. Un altro aspetto di cui occuparsi riguarda l’oncologia, in quanto è impossibile che a Chieti ci sia un day hospital e non ci sia un reparto, costringendo i cittadini ad andare fuori regione. Ci sono problematiche anche sul piano ambientale. Abbiamo visto la retrocessione del nostro Comune nella graduatoria pubblicata dal Sole 24 ore perché questa amministrazione, in cinque anni, ha goduto di ciò che abbiamo programmato noi ma non ha investito neppure un euro. C’è un progetto molto ambizioso che è quello dell’impianto di compostaggio di cui la regione non è dotata e che a Chieti significherebbe energia pulita e posti di lavoro».
I circoli Pd Chieti Scalo e Chieti Alta sostengono invece Marino «per la sua serietà, onestà e competenza, ma soprattutto per i progetti e le idee che ha messo in campo, per rendere Chieti una città proiettata nel futuro».
Anche l’ex sindaco Francesco Ricci (2005-2010) ha benedetto la sfida tra i due: «hanno entrambi le dovute competenze e capacità amministrative per cui non posso che augurare che vinca il migliore». L’obiettivo della coalizione è di raggiungere almeno i 3.600 votanti, tanti furono a votare alle precedenti primarie del 2005.

DOVE SI VOTA
Saranno otto i seggi predisposti per il voto in cinque punti della città dalle 9 alle 21: Grande Albergo Abruzzo, mercato coperto di via Ortona, civico 136 di via San Camillo De Lellis in zona Filippone, Brecciarola (di fronte al ristorante Amadeus), e nei locali del ristorante lo Scoiattolo a Colle dell’Ara. Tre seggi troveranno posto al Grande Albergo Abruzzo dove potranno votare le sezioni 1, 9, 14, 32, 56 e 57, mentre due seggi verranno organizzati in via Ortona aperti, rispettivamente, alle sezioni 37 e 47. Un seggio ciascuno, invece, per Filippone (sezioni 10, 13, 33, 34), Brecciarola (sezioni 35 e 36) e Colle dell’Ara (sezioni 48 e 55). Potranno votare tutti i teatini che abbiano già compiuto i 18 anni.