POLITICA

Spoltore, si dimette l’assessore Massimo Di Felice

«Motivi personali»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1780

Spoltore, si dimette l’assessore Massimo Di Felice

SPOLTORE. «Rassegno le dimissioni in seguito alle ultime consultazioni elettorali. Tale decisione trae origine da motivazioni di natura esclusivamente personali: nel corso degli ultimi mesi per me è diventato sempre più problematico  riuscire a conciliare impegni professionali e privati con una azione amministrativa efficace e continua».
La lettere di dimissioni è pervenuta oggi a Palazzo di Città  e cerca di spiegare le ragioni che hanno indotto l’assessore Massimo Di Felice, delegato all’Edilizia Scolastica, Pubblica Istruzione, Politiche Giovanili e Casa di Riposo ex Onpi di Caprara, a lasciare.
E nella sua lettera c’è un po’ di tutto: le ragioni elettorali, gli impegni professionali, quelli privati e un accenno all’impossibilità di operare una azione amministrativa «efficace».
 Di Felice ha poi ringraziato tutti seguendo un protocollo consolidato di chi lascia utilizzando formule che non inducano a pensare a rancori di sorta.
Nominato in giunta dopo le elezioni comunali del 2012, l’Assessore Di Felice ha deciso di lasciare l’incarico, dopo due anni e mezzo di mandato, per «ragioni strettamente personali», ribadisce il sindaco Luciano Di Lorito.
«Non posso non esprimere dispiacere per le dimissioni dell’Assessore Massimo Di Felice – il commento del primo cittadino – dal momento dell’insediamento della nostra Amministrazione ad oggi, fino al consiglio comunale di ieri, è stato un valido collaboratore, che si è  messo al servizio dell’ente e dei cittadini. Lo ringrazio per aver  lavorato con impegno, in maniera assidua, per portare avanti i progetti  avviati nei suoi settori, penso ai cospicui finanziamenti ottenuti per  l’edilizia scolastica, alle diverse problematiche che sono state via via  risolte, da lui accuratamente seguite, e non ultimo all’organizzazione della mostra dei dinosauri, che si aprirà a dicembre, finalizzata al rilancio del parco dell’ex Onpi-Villa Acerbo. Sapevo che Di Felice era in una fase di riflessione sul suo ruolo pubblico ed ero anche indeciso  se accettare o meno le dimissioni, ma di fronte alle motivazioni di  ordine personale da lui addotte non posso far altro che rispettare la  sua decisione e prendere atto delle dimissioni, rinnovando la stima mia e dell’intera amministrazione nei suoi confronti».
Le deleghe finora detenute dall’Assessore Di Felice saranno mantenute ad interim dal Sindaco Di Lorito.