POLITICA

San Salvo, maggioranza Magnacca perde un pezzo. D’Addario se ne va

San Salvo Democratica: «dimostrazione delle lacerazioni interne»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1891

San Salvo, maggioranza Magnacca perde un pezzo. D’Addario se ne va

Tiziana Magnacca




SAN SALVO. A San Salvo, la maggioranza di centrodestra che sostiene il sindaco Magnacca perde un altro pezzo.
E' di ieri la notizia dell'adesione al gruppo misto della consigliera di Forza Italia Filomena D'Addario dopo quella di Fabio Raspa avvenuta da tempo.
Eletta con 149 preferenze (quarta più votata nella sua lista precedendo l'attuale vicesindaco Chiacchia), alla prima esperienza politica e con i suoi 31 anni è la più giovane esponente del Consiglio. D’Addario non ha commentato la scelta di lasciare la maggioranza ma ne parlerà nel prossimo Consiglio comunale. Da qualche tempo, comunque, i rapporti non erano più idilliaci.
«Questo ultimo passaggio», commenta San Salvo Democratica, «è l'ulteriore dimostrazione, qualora ve ne fosse ancora bisogno, delle lacerazioni interne che vive la coalizione che sostiene il sindaco Magnacca. Queste divisioni si riflettono in maniera evidente nel governo della città. Abbiamo un consiglio comunale che non si riunisce e non delibera a causa dei problemi interni alla maggioranza. Non basta fare comunicati per dare il senso che si sta operando, San Salvo ha bisogno di scelte concrete, importanti, che la proiettino verso il futuro».
San Salvo democratica è certa: «la città ha bisogno di risposte che riguardano lo sviluppo, il lavoro, la sicurezza, l'ambiente, il disagio sociale e la cultura. Finora il centrodestra ha dimostrato di non essere in grado di saperle affrontare. La nostra preoccupazione è che San salvo da città dinamica e competitiva la quale è sempre stata nel passato, corre il rischio di rimanere indietro. Alla maggioranza diciamo che la città non può attendere i vostri comodi ed i vostri giochi, governate se ne avete la forza e ne siete all'altezza, altrimenti traetene le dovute conseguenze. San Salvo Democratica continuerà a lavorare come ha fatto fino ad oggi con proposte di merito mettendo al primo posto gli interessi generali dei Sansalvesi».