VIABILITA'

Provincia Pescara, la proposta di Di Marco: «passare all’Anas gestione strade»

L’idea è quella di de- provincializzare alcune arterie

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1221

Provincia Pescara, la proposta di Di Marco: «passare all’Anas gestione strade»




PESCARA. La scorsa settimana nella sede dell’Anas, a L’Aquila, si è svolta una riunione alla quale hanno partecipato i vertici della società che gestisce la rete autostradale italiana, i rappresentanti della Regione e i presidenti delle quattro Province abruzzesi.
L’obiettivo dell’incontro, valutare la possibilità di de- provincializzare alcune strade per riportarle in capo al patrimonio stradale dell’Anas.
A tal proposito, il presidente Antonio Di Marco, in rappresentanza di Palazzo dei Marmi insieme all’ingegner Paolo D’Incecco, ha avanzato la sua proposta.
«L’ipotesi che ho paventato al capo del compartimento, Lelio Russo – dichiara il presidente Di Marco -, è quella di trasferire all’Anas la gestione della strada 487 di Caramanico Terme, ovvero l’arteria che da Scafa, attraversando anche il Comune di San Valentino, arriva a Passa San Leonardo; la 539 di Manoppello, attualmente oggetto di lavori di potenziamento da parte della Provincia stessa; la strada provinciale Scafa – Lettomanoppello – Passolanciano; la 151 della Valle del Tavo; e la 602. Il tutto, con lo scopo di attivare una seria politica di riduzione della spesa per l’ente che oggi rappresento, alla luce del particolare momento di criticità economica che stanno vivendo gli enti locali e, in particolare, per le Province».
«Credo, al contempo», continua De Marco, «che sia fondamentale offrire agli utenti un servizio di qualità e permettere a tutti i cittadini della provincia di Pescara, e non solo ovviamente, di potersi spostare all’interno del nostro territorio in tutta sicurezza ed è per questo che auspico che l’Anas recepisca la nostra proposta».
L’Anas, in realtà, sembra già aver accolto di buon grado il piano presentato da Di Marco.
Russo, infatti, ha fatto sapere che avvierà quanto prima uno studio del progetto, a cui seguirà un nuovo incontro con i rappresentanti della Provincia.