POLITICA

Vasto, «riqualificazione mercato coperto risorsa per la città»

L’assessore Tiberio replica alle proteste

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2351

Vasto, «riqualificazione mercato coperto risorsa per la città»

VASTO. «La riqualificazione del mercato coperto di S. Chiara consentirà alla nostra Città di poter disporre di una struttura completamente rinnovata ed adeguata alle esigenze di chi vi lavora e degli utenti».
Ad affermalo è l'assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Vasto, Nicola Tiberio, in risposta a notizie di stampa apparse su alcuni organi di informazione.
«I lavori di riqualificazione del mercato coperto in Piazza S. Chiara - precisa l'assessore - hanno avuto inizio nel mese di luglio, previo sgombero degli arredi presenti. I lavori di demolizione delle pavimentazioni, per quasi mille metri quadrati, sono stati eseguiti sotto controllo archeologico, con regolare smaltimento dei materiali di risulta e con le idonee condizioni di sicurezza, così come la rimozione delle inferriate, degli infissi e delle relative vetrate, di complessivi trecento metri quadrati».
«In corso di esecuzione, ed in particolare a seguito delle demolizioni dei rivestimenti - aggiunge l'assessore Tiberio -, si sono evidenziate circostanze impreviste relativamente alle condizioni di conservazione di alcuni elementi strutturali soprattutto per quanto concerne la struttura metallica ubicata nella zona est dell'edificio, ma anche in alcuni punti della struttura originaria dell'edificio. Pertanto, al fine di dare soluzione alle problematiche riscontrate ed incrementare il livello di sicurezza dell'edificio sono state eseguite indagini conoscitive strumentali e di laboratorio e, conseguentemente, è stato redatto un progetto per la realizzazione di ulteriori opere complementari».

Entrando in alcuni aspetti tecnici l'assessore Tiberio tiene a precisare che la realizzazione delle opere previste nel progetto delle opere complementari ha comportato la necessità di provvedere ad un ulteriore stanziamento di circa quarantamila euro e di richiedere l'autorizzazione al Servizio Attività Tecniche Sismiche della Provincia di Chieti.
L'esecuzione delle opere in progetto, riguardando principalmente parti strutturali, è propedeutica al completamento dei lavori principali di riqualificazione e pertanto non è stato possibile finora completare le nuove pavimentazioni, le nuove facciate vetrate e tutte le opere connesse all'esecuzione di tali parti strutturali.
L'ultimazione delle opere complementari, per il cui inizio il Servizio Attività Tecniche Sismiche della Provincia di Chieti ha dato l'autorizzazione, assoggettandolo a controllo da parte del Servizio stesso, è prevista per il mese di dicembre. Nel frattempo sono state realizzate all'interno del mercato tutte le opere di demolizione e rimozione, i nuovi bagni pubblici a norma compreso i relativi impianti, gli spogliatoi e servizi igienici per gli operatori del mercato, la centrale e la riserva idrica e il nuovo impianto nell'area di vendita del mercato, che finalmente garantirà agli operatori del mercato ed agli utenti la fornitura idrica in assenza di fornitura dalla rete, e molte opere di ripristino mai eseguite per decenni quali intonaci, rivestimenti, soglie in marmo, ecc..
Nella sua nota l'assessore ai Lavori Pubblici precisa, inoltre, che «l'impresa esecutrice Edilexpo S.r.l. di Roma ha dato ampie garanzie di poter rispettare i tempi previsti e di garantire la necessaria produttività del cantiere, in considerazione delle recenti autorizzazioni ottenute per l'esecuzione immediata dei lavori aggiuntivi».