PASSI INDIETRO

Montesilvano, Maragno verso il ritiro delle dimissioni

Centrodestra: «bene appoggio tecnico dei 5 Stelle»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2567

Montesilvano, Maragno verso il ritiro delle dimissioni

Maragno e Pagano




MONTESILVANO. Il sindaco Francesco Maragno si avvia ormai verso il ritiro delle dimissioni. Lunedì mattina dovrebbe esserci l’ufficializzazione. Contrasti limati, rabbia sbollita ma soprattutto la convinzione che affidare la città ad un commissario non farebbe bene a nessuno.
Mercoledì scorso, poi, il bilancio è stato approvato a maggioranza. I 5 dissidenti di Forza Italia, Anthony Aliano, Claudio Daventura, Deborah Comardi, Manola Musa e Stefano Di Blasio non hanno riservato sorprese e hanno votato sì. Anche questo sarebbe stato letto come un messaggio rassicurante. Inoltre anche i grillini hanno deposto le armi: arrivati alla vigilia del voto con una valanga di emendamenti (708) ne hanno portato in aula solo 1. Ed è proprio nei pentastellati che Maragno vede una sorta di scialuppa di salvataggio: la loro opposizione non è aggressiva né distruttiva ma fin dall’inizio del mandato c’è stata la ricerca di un dialogo per arrivare a soluzioni condivise.
E nei giorni scorsi, proprio il M5S ha lanciato al sindaco una proposta di condivisione di punti programmatici per il rilancio di Montesilvano. Una novità inaspettata che però piace anche ai gruppi di maggioranza Ncd, Montesilvano Futura e Montesilvano in Comune che lo leggono come «un messaggio di sostegno tecnico».
«L’approvazione del bilancio previsionale 2014 testimonia che ci sono i numeri per proseguire la necessaria e indifferibile azione di risanamento del Comune che deve essere guidata da chi ha a cuore le sorti di Montesilvano», dicono dal centrodestra. 

«Non è più il tempo delle parole e delle promesse. E' il momento delle azioni concrete e della responsabilità. Vogliamo iniziare una nuova stagione di governo basata sulla condivisione dei programmi figli del confronto delle migliori idee. Per questo invitiamo i rappresentanti del Movimento 5 Stelle a sviluppare le indispensabili riforme con noi, come noi faremo con loro, con un confronto serrato e franco, senza barriere. Solo in questo modo potremo garantire un vero rilancio della città. Non sono le dinamiche interne della politica a rivitalizzare un territorio come il nostro che sta attraversando una profonda crisi. Montesilvano può rinascere solo partendo da programmi precisi e proposte fattibili che abbiano una copertura economica. Ed è su questo che intendiamo puntare, con un atto di responsabilità coraggioso e concreto che darebbe quella risposta che i Montesilvanesi ci stanno chiedendo».
Non mancano però anche delle frecciate ai 5 Stelle, come quella di Anthony Aliano che ha pubblicato su Facebook la foto di tre cuccioli di cane che mangiano da un biberon e la scritta: «..cuccioli a 5 stelle crescono…ma quanto costa sfamarli..».
«Sono» tuoi che cani, chiede un amico? «Nooo sono del signor coerenza marito della signora poltrona..»