POLITICA

Montesilvano, presidenza Vigilanza va al Movimento 5 Stelle

Anelli: «sono contento, collaboreremo con tutti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1936

Montesilvano, presidenza Vigilanza va al Movimento 5 Stelle

Manuel Anelli

Montesilvano, presidenza Vigilanza va al Movimento 5 Stelle
Anelli: «sono contento, collaboreremo con tutti»
Montesilvano, vigilanza, movimento 5 stelle, feliciano d’ignazio, lino ruggero
MONTESILVANO. E’ stata effettuata ieri la votazione della presidenza della Commissione di Vigilanza e Garanzia. 
L’intera minoranza ha proposto il nome di Manuel Anelli del Movimento 5 Stelle che alla fine l’ha spuntata. 
Il consigliere comunale non nasconde la gioia e per il momento è riuscito a fare quello che i colleghi alla Regione non sono ancora riusciti ad ottenere.
In quel caso la votazione ci sarà nei prossimi giorni ma a quanto pare il posto, che spetta di diritto alla minoranza, sembra già destinato a Forza Italia. 
«Ci hanno votato», spiega Anelli, «tutti i membri della commissione eccetto uno (Abruzzo Civico). Ringraziamo tutti coloro che ci hanno votati, in particolare all’opposizione con Lino Ruggero e Feliciano d’Ignazio.
La nostra è una forza politica intelligente, perché abbiamo  voglia di collaborare con qualunque altra forza politica, purché si vada nella direzione dei cittadini. Ma ci dimostreremo sempre vigili e combattivi quando si tratterà di opporci a provvedimenti che non sono in linea con le esigenze della città e con il programma del M5S».
La Vigilanza è un organo importantissimo per l’opposizione, infatti punta i riflettori su tutto ciò che c’è di incompiuto in città e su tutti i provvedimenti amministrativi.
«In qualità di presidente di Commissione», annuncia Anelli, «convocherò la stessa almeno due volte a settimana e partiremo in maniera celere dal trattamento dei Rifiuti e di Villa Delfico, opera mai completata su cui pende un progetto vinto. Incontreremo in settimana il sindaco per risolvere il problema dei rifiuti, come seguito dell’incontro tenutosi la settimana scorsa. Non abbiamo cambiato linea politica, rimarremo all’opposizione come sempre in maniera coerente abbiamo fatto; abbiamo deciso di influire nelle scelte ammnistrative della nostra città, oramai la seconda città più grande d’Abruzzo. E’ ora di fare scelte importanti per rendere questo comune, davvero, al passo con i tempi e non la più grande città dormitorio abruzzese. Questo no, davvero basta».
MONTESILVANO. E’ stata effettuata ieri la votazione della presidenza della Commissione di Vigilanza e Garanzia. L’intera minoranza ha proposto il nome di Manuel Anelli del Movimento 5 Stelle che alla fine l’ha spuntata. Il consigliere comunale non nasconde la gioia e per il momento è riuscito a fare quello che i colleghi alla Regione non sono ancora riusciti ad ottenere.In quel caso la votazione ci sarà nei prossimi giorni ma a quanto pare il posto, che spetta di diritto alla minoranza, sembra già destinato a Forza Italia. 

«Ci hanno votato», spiega Anelli, «tutti i membri della commissione eccetto uno (Abruzzo Civico). Ringraziamo tutti coloro che ci hanno votati, in particolare all’opposizione con Lino Ruggero e Feliciano d’Ignazio.La nostra è una forza politica intelligente, perché abbiamo  voglia di collaborare con qualunque altra forza politica, purché si vada nella direzione dei cittadini. Ma ci dimostreremo sempre vigili e combattivi quando si tratterà di opporci a provvedimenti che non sono in linea con le esigenze della città e con il programma del M5S».La Vigilanza è un organo importantissimo per l’opposizione, infatti punta i riflettori su tutto ciò che c’è di incompiuto in città e su tutti i provvedimenti amministrativi.

«In qualità di presidente di Commissione», annuncia Anelli, «convocherò la stessa almeno due volte a settimana e partiremo in maniera celere dal trattamento dei Rifiuti e di Villa Delfico, opera mai completata su cui pende un progetto vinto. Incontreremo in settimana il sindaco per risolvere il problema dei rifiuti, come seguito dell’incontro tenutosi la settimana scorsa. Non abbiamo cambiato linea politica, rimarremo all’opposizione come sempre in maniera coerente abbiamo fatto; abbiamo deciso di influire nelle scelte ammnistrative della nostra città, oramai la seconda città più grande d’Abruzzo. E’ ora di fare scelte importanti per rendere questo comune, davvero, al passo con i tempi e non la più grande città dormitorio abruzzese. Questo no, davvero basta».