LAVORI PUBBLICI

Edifici scolastici. A Giulianova finanziamento da 1,4 mln

Mastromauro: «Abbiamo lavorato con pazienza e tenacia»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2095

Edifici scolastici. A Giulianova finanziamento da 1,4 mln






GIULIANOVA. Il Comune si aggiudica i finanziamenti previsti dagli avvisi pubblici regionali PAR FAS, per una somma ammontante complessivamente a 1.440.000 euro, finalizzati a migliorare il coefficiente di sicurezza antisismica della scuola media “Bindi” di via Monte Zebio al Lido, e della “De Amicis” di piazza della Libertà a Giulianova Alta.
«Chi semina bene raccoglie buoni frutti, recita un proverbio popolare. E noi, che abbiamo lavorato con pazienza e tenacia mentre altri sbraitavano o lavoravano nella fabbrica della critica, continuiamo ad ottenere risultati positivi. Positivi soprattutto per Giulianova», dichiara il sindaco Francesco Mastromauro.
«L'inserimento nella graduatoria, pubblicata recentemente sul Bura, del finanziamento concesso ai nostri due progetti, presentati alla fine del 2012», dice l'assessore ai Lavori pubblici Nello Di Giacinto, «giunge quando sono in corso gli interventi per aumentare la sicurezza antisismica della 'Don Milani'. La stessa cosa, cioè l'incremento del coefficiente di resistenza alle azioni sismiche aumentando di molto il grado di sicurezza strutturale, si farà per la media “Bindi” con interventi per complessivi 893.000 euro, dei quali 366.130 a carico del Comune, e per la “De Amicis” di piazza della Libertà, con un impegno di spesa pari a 547.000 euro, dei quali 224.270 a carico dell'Amministrazione».
I lavori inizieranno presumibilmente a fine anno dal momento che la procedura impone alcuni necessari passaggi.
«Va infatti ricordata», spiega l’assessore, «l'eventualità che, entro 30 giorni dalla pubblicazione sul Bura, vengano presentate osservazioni. I passi successivi sono costituiti dalla stipula di apposito disciplinare di concessione di contributo, dalla redazione del progetto esecutivo e infine dall'esperimento della gara d'appalto».
«Sono lungaggini inevitabili», conclude Mastromauro, «ma che comunque condurranno al risultato auspicato: quello, cioè, di rendere gli ambienti dei due plessi scolastici molto più sicuri. La questione della sicurezza e del miglioramento delle strutture scolastiche è sempre stata un pallino mio e dell'Amministrazione, che dal 2009 al 2013 ha investito sulle scuole, comprendendo materne, elementari e medie, oltre tre milioni e 700 mila euro».