POLITICA

L’Aquila, centrodestra in crisi mette alle strette Del Corvo

«A Forza Italia venga restituita dignità politica»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1964

L’Aquila, centrodestra in crisi mette alle strette Del Corvo




L’AQUILA. Centrodestra in crisi in provincia de L’Aquila.
Dopo la decisione del presidente Antonio Del Corvo di sostituire l’assessore Luigi D’Eramo acque agitate tra le fila di Forza Italia. La marette, secondo alcuni, sarebbe solo lo strappo finale dopo mesi di situazioni difficili e si trascinerebbe dietro anche la crisi regionale del partito, uscito a pezzi dalle elezioni del mese scorso con l’ex assessore regionale Mauro Febbo (rieletto in Consiglio regionale nelle fila della minoranza) che punta il dito contro Nazario Pagano (non rieletto) chiedendo le sue dimissioni. Ma ora bisogna ricostruire l’unità, una impresa che appare decisamente ardua.
Proprio per questo ieri si è tenuto l'incontro del partito Forza Italia nel capoluogo di regione. Clima abbastanza disteso e punti imprescindibili messi nero su bianco. Erano presenti i componenti del coordinamento provinciale, il vicepresidente regionale con delega agli enti locali Guido Quintino Liris, delegato per conto del presidente Regionale Nazario Pagano a gestire la tematica, e il vicepresidente regionale con delega alle aree interne Maurizio Bianchini.
Dopo aver analizzato il documento redatto dal gruppo consiliare di Forza Italia in Provincia il gruppo ha deciso di richiedere al presidente Del Corvo «il giusto riconoscimento della dignità politica del partito guida del centrodestra» con il mantenimento in Giunta provinciale della rappresentanza afferente a Forza Italia nel numero di 4 componenti.
Si è chiesto anche al gruppo consiliare di Forza Italia di farsi portavoce della posizione ufficiale del Partito nella riunione dei capigruppo in Provincia convocata dal Presidente per giovedì prossimo 3 luglio.
Intanto la coordinatrice Provinciale di Forza Italia Antonella Di Nino ha chiesto espressamente al presidente Pagano di essere sollevata dalla gestione della situazione dal momento che è una delle componenti della giunta. 

«IL PROBLEMA NON E’ UN ASSESSORATO IN PIU’»

Oggi, mentre lo stesso presidente ha convocato per il prossimo tre luglio tutti i capigruppo di maggioranza, il gruppo di Forza Italia in attesa di risposte da Del Corvo ha invitato gli assessori azzurri a non partecipino alle Giunte.

«Il gruppo di Forza Italia in Consiglio provinciale - si legge in una nota - registra favorevolmente la posizione assunta, seppur con qualche ritardo, da alcuni esponenti del Partito e ampiamente anticipata e formalizzata al presidente Del Corvo dagli stessi consiglieri».

«Il problema - affermano i componenti del gruppo di F.I. Alfonsi, Floris, Fulvimari, Fosca, Caparso - non e' un assessorato in piu' o in meno. La questione, ben piu' rilevante, riguarda la dignita' di una forza politica che si e' sempre lealmente e coerentemente impegnata per rispettare il mandato degli elettori. Su questo nessun passo indietro. Non avendo, ad oggi, ricevuto nessun segnale di risposta dal presidente della Provincia ed in attesa che il Coordinamento provinciale del Partito (unico organo deputato a dare linee politiche in ambito provinciale) si esprima ufficialmente sulla vicenda - concludono i componenti dle gruppo - riteniamo opportuno che gli assessori espressione di Forza Italia si astengano dal prendere parte alle future Giunte fino alla positiva conclusione della vicenda».