POLITICA

Area marina protetta, Verrocchio: «gettato basi importanti»

«Incontri operativi già nel corso di questa estate»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1870

TORRE CERRANO




PINETO. «Da ieri sera si è aperta una nuova fase nei rapporti tra il Parco Marino e i territori».
Queste le dichiarazioni del sindaco di Pineto e presidente dell'assemblea dell'AMP Robert Verrocchio, dopo la riunione che si è svolta ieri sera presso la Villa Filiani di Pineto alla quale hanno partecipato cittadini, associazioni ambientaliste e operatori economici del territorio del Cerrano. Presenti alla riunione anche il sindaco di Silvi Francesco Comignani e il presidente dell'Area Marina Protetta Benigno D'Orazio.
Nel corso della riunione, convocata dal sindaco di Pineto, vi è stata la massima condivisione dell'importanza del Parco Marino sia dal punto di vista ambientale sia dal punto di vista turistico-economico, ed è stato deciso che nel corso dell'estate si svolgeranno due incontri in cui al centro ci sarà lo sviluppo dell'economia verde legata al Parco.
«Sono molto felice perché a tre anni dalla nascita dell'AMP, oggi comincia una pagina nuova - ha dichiarato Verrocchio - Il Parco, da oggi, ha radici più profonde. Oggi, per la prima volta, due città, Pineto e Silvi, tanti operatori economici e le associazioni ambientaliste sono stati d'accordo nel ritenere il Parco una risorsa imprescindibile per il nostro territorio, dal punto di vista turistico, sociale e ambientale. Si tratta di una
consapevolezza che mai si era registrata in maniera così ampia, e sono felice che con il sindaco Comignani sia nato un dialogo che in questi anni non era mai registrato. Credo sia iniziata una fase due perché da oggi, davvero, tutti noi avremo il compito di mettere a sistema il Parco all'interno della nostra economia, per creare una vera economia sostenibile legata all'ambiente. Ora occorrono le strategie, ed è per questo che
vogliamo organizzare incontri che siano operativi già nel corso di questa estate. Non sarà un percorso breve, ma oggi abbiamo gettato basi importanti».
Durante la riunione sono state affrontate anche le questioni riguardanti la pesca delle vongole all'interno dei confini del Parco. «Il rispetto delle regole è la condizione imprescindibile per qualsiasi tipo di confronto, un confronto che ci deve essere perché noi siamo i rappresentanti delle istituzioni e abbiamo davanti anche operatori economici che fanno parte del nostro territorio - ha concluso Verrocchio - Regole certe e valide per tutti sono alla base dell'esistenza di un'area protetta. Noto però una consapevolezza nuova da parte dei pescatori, e questo non può che farmi piacere».