INAUGURAZIONI

Vasto, apre i battenti il nuovo centro polivalente socio culturale

D'Alfonso: «situazione occupazionale ai limiti pericolosità»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1814

Vasto, apre i battenti il nuovo centro polivalente socio culturale




VASTO. È stato inaugurato alla presenza del neo presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, del sottosegretario di Stato all’Economia Giovanni Legnini, del presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppeantonio, della deputata Maria Amato e del sindaco di Vasto Luciano Lapenna il nuovo “Centro
Polivalente Socio Culturale – Enrico Berlinguer”.
Il nuovo polo dell’associazionismo vastese è stato inaugurato nei locali dell’ex Istituto d’Arte di via Roma ed ospiterà, in pieno centro storico, la Scuola Civica Musicale, lo Spazio DonnAttiva, il Progetto Giovani, l’InformaGiovani, oltre a tutte le Associazioni vastesi che ne faranno richiesta.
Non sono mancate polemiche come quelle dei consiglieri comunali Desiati e D’Alessandro che non hanno gradito la scelta dell’intitolazione, pur non eccependo nulla «circa il valore del personaggio politico, certamente e però, ci saremmo aspettati una intitolazione più attinente al nostro territorio, nel ricordo di personaggi celebri vastesi, la cui memoria merita di esser mantenuta viva per la comunità cittadina e per i suoi giovani».
«E’ un giorno importante – ha sottolineato il sindaco Luciano Lapenna –finalmente inauguriamo a Vasto un centro socio culturale, un luogo di ritrovo soprattutto dei giovani nel centro storico di Vasto. Luogo della musica per apprenderla, per suonarla. Luogo del canto, anche per i numerosissimi cori della nostra città, privi fino a ieri di un luogo adatto. Posto di accoglienza per le associazioni culturali. Luogo di ritrovo per informare i giovani e per tutelare le donne che hanno bisogno di aiuto. L'auspicio è che diventi un centro di aggregazione, di incontro e di crescita certamente per i giovani, ma anche per tutte le altre fasce della nostra comunità, ricca di fermenti e di associazioni – conclude Lapenna». 

L’inaugurazione è stata anche l’occasione per elencare al neo presidente della Regione Abruzzo le priorità
programmatiche della città da parte del sindaco e per parlare della situazione economica del territorio.
«Ci preme molto fare sì che la comunità che produce ricchezza e valore del lavoro si confronti con noi, per stabilire un'agenda immediata di rilancio dell'economia», ha detto D’Alfonso rispondendo da Vasto al segretario regionale della Cisl Abruzzo-Molise, Maurizio Spina, che sollecitava un incontro con il governatore. «Concordo - ha detto D'Alfonso - con la sottolineatura che mi è stata indirizzata da Maurizio Spina alla luce della delicatezza, ai limiti della pericolosità, della situazione occupazionale abruzzese».
Si insedia la prossima settimana la Giunta con l'affidamento delle deleghe agli assessori - ha ricordato D'Alfonso - e il primo impegno sarà un confronto puntuale di merito con le forze che si occupano di lavoro, sindacati, Confindustria e altre associazioni datoriali.
Il sottosegretario legnini ha invece annunciato la prossima scadenza della cassa integrazione in deroga: «sbloccare le risorse che già ci sono e che sono state erogate solo in parte, come prima risposta ai lavoratori, e completare la dotazione finanziaria per il 2014. Sono in corso le valutazioni - ha aggiunto Legnini - del ministero del Lavoro e dell'Inps, del ministero dell'Economia per quantificare l'ulteriore impegno che è necessario. Un impegno finanziario molto importante».