TRASPORTO PUBBLICO

Ferrovia Pescara-Roma, Melilla scrive a D’Alfonso: «pensaci tu»

Interrogazione al Ministero: «trenitalia sta affossando collegamento»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1736

Ferrovia Pescara-Roma, Melilla scrive a D’Alfonso: «pensaci tu»




ABRUZZO. La linea ferroviaria Pescara Roma ha tempi di percorrenza di quasi 4 ore per una distanza di appena 200 chilometri.
La situazione è a tutti nota e in tempi di alta velocità appare decisamente assurdo. Il deputato di Sel, Gianni Melilla, ha inviato una interrogazione al Ministro dei Trasporti, adesso lo stesso deputato scrive al neo presidente Luciano D’Alfonso, con una richiesta specifica: «pensaci tu».
«So di poter contare sulla tua voglia di fare e di risolvere questo problema nell'interesse dei cittadini abruzzesi e laziali che utilizzano per ragioni di lavoro, di studio e di turismo questa linea ferroviaria».
Mentre al ministero Melilla chiede «quali iniziative intenda assumere nei confronti di Trenitalia che con il suo comportamento sta affossando la relazione ferroviaria tra Pescara e Roma in modo inspiegabile razionalmente».
Nel 1980 si impiegavano 3 ore e 17 minuti, e a distanza di oltre 30 anni si impiegano 45 minuti in più per raggiungere Roma da Pescara.
«Basterebbe poco per migliorare il servizio», fa notare Melilla, «innanzitutto utilizzare treni più veloci e moderni, svincolare la relazione dal servizio metropolitano Tivoli Roma, eliminare fermate inutili sia nel territorio abruzzese che in quello laziale almeno per i collegamenti della prima mattinata e del tardo pomeriggio come si è fatto per tanti anni dando un servizio accettabile».
Anni fa il treno per Roma fermava solo a Chieti, Sulmona ed Avezzano e in territorio laziale solo a Tivoli, ora le fermate abruzzesi sono 8 e nel Lazio sono innumerevoli e spesso scarsamente inutilizzate. «Sembra di viaggiare su una diligenza del Far West e non su un treno italiano del 2014», insiste Melilla.
Ciò comporta un disincentivo alla utilizzazione del treno per collegarsi da Pescara a Roma con una proliferazione enorme dell'offerta su gomma via autostrada.
«Sarebbe inoltre possibile ridurre i costi di gestione della linea», aggiunge il deputato di Sel, «attivando il Controllo Centralizzato del Traffico, specialmente nel tratto Sulmona Avezzano, con il pessimo risultato di una modesta riduzione dei costi e un netto aumento dei tempi di percorrenza. E’ possibile avvicinarsi al tempo di percorrenza di poco più di 3 ore da Pescara a Roma solo attraverso accorgimenti del tutto realistici e convenienti per Trenitalia a meno che non si voglia nel tempo decidere la chiusura della relazione con la Capitale, come si è già fatto con il collegamento storico tra Pescara e Napoli».