IL FATTO

Mille multe ai commercianti di Lanciano, parte il contrattacco: «non paghiamo»

Verbali da 413 euro. Caporale al sindaco: «serve sanatoria»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1728

Mille multe ai commercianti di Lanciano, parte il contrattacco: «non paghiamo»




LANCIANO. Una pioggia di multe dell’importo medio di 400 euro si sta abbattendo in questi giorni a Lanciano sui commercianti, ristoratori, albergatori della città.
In un periodo di crisi in cui le casse piangono e i conti non tornano, le contestazioni amministrative bruciano come sale sulle ferite. La stima sarebbe di circa 1000 verbali elevati in poche settimane per un introito per le casse comunali di circa 400 mila euro.
Secondo la contestazione i commercianti multati non sarebbero in regola con la nuova legge del Codice della strada che imporrebbe oltre al tradizionale pagamento della tassa pubblicitaria (pagamento assolto da tutti i sanzionati) anche il pagamento di una tassa per l’occupazione di suolo pubblico.
Secondo alcuni il Comune avrebbe dovuto inviare una comunicazione per avvertire che i cartelloni sarebbero diventati illegali. Ma così non è stato: non c'è stato alcun avviso, assicurano i commercianti, e sono scattate direttamente le multe. Gli esercenti sono esasperati e arrabbiati e starebbero studiando il contrattacco.
«Non paghiamo le multe , difendiamoci tutti insieme contro questi abusi di potere del nostro comune che resta indifferente a guardare», propongono alcuni su Facebook chiedendo la mobilitazione collettiva. L’idea sarebbe quella di farsi difendere da un avvocato comune per contestare la sanzione da 419 euro (305 se pagati entro cinque giorni).
Alex Caporale, invece, chiede al sindaco di fermarsi e domanda se non sia il caso di individuare una data entro la quale sanare la propria posizione in materia di pubblicità e quindi, solo dopo l’eventuale mancato adempimento per sanare la propria posizione, procedere con le pesanti sanzioni.
«Una buona e salutare amministrazione pubblica – conclude Caporale – non può solo sanzionare i cittadini. Non posso pensare che questa cosa (fare multe di oltre 500 euro ai lavoratori della nostra città) sia stata premeditata al solo fine di fare cassa…».