VERSO IL VOTO

Elezione Montesilvano, la ricetta del M5S: «tagli agli sprechi ed energie rinnovabili»

Tasse, rifiuti, turismo e problema prostituzione, ecco le proposte

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2025

Elezione Montesilvano, la ricetta del M5S: «tagli agli sprechi ed energie rinnovabili»

Manuel Anelli




MONTESILVANO. Sabato mattina Manuel Anelli, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, ha presentato il programma elettorale.
Hanno esposto i punti salienti Gina Barlafante per la sanità, Paola Ballarini per il sociale, Mario Castelli per il commercio e Gianni Bucci per la mobilità. L’intervento di Anelli Manuel si è focalizzato sulla tassazione cittadina, marchio territoriale per il rilancio cittadino e gestione dei rifiuti.
Erano presenti anche Andrea Colletti, deputato Montesilvanese M5S, e Paolo Angelini, candidato alle
Europee circoscrizione meridionale. Per quanto riguarda l’Ambiente, il movimento ha in programma, tra le altre cose, controlli sulla discarica di Villa Carmine, indagini sui numerosi rifiuti rinvenuti lungo il fiume, l’incentivazione di energie rinnovabili (pannelli fotovoltaici ma anche mini eolico verticale sui tetti degli edifici pubblici e privati), incrementazione della raccolta differenziata allargata anche alle scuole.
Il Movimento per quanto riguarda il bilancio punterà al taglio degli sprechi, all’efficientamento delle aziende partecipate; alla riacquisizione del Palacongressi; all’efficientamento della riscossione tributi; alla riqualificazione economica del Centro Trisi e all’ istituzione di un ufficio “EUROPA” per predisporre progetti indispensabili ad “intercettare” i fondi della Comunità Europea. 

Per il commercio si prevede un Piano di sostegno e rilancio del tessuto imprenditoriale 2014/2019 e uno di breve periodo, un fondo di garanzia per il microcredito alle imprese con meno di 15 dipendenti e fitti agevolati ad imprese giovanili su locali commerciali o uso ufficio di proprietà del comune, rimodulazione della Tares, addizionale IMU minima per i locali commerciali di dimensione inferiore ai 100 mq e riduzione Tassa per l’occupazione del suolo pubblico.
«Gli interventi che prevedono erogazioni di fondi pubblici di diretta disponibilità della amministrazione comunale o minori entrate fiscali», ha spiegato Anelli, «saranno compensati dall’abbattimento delle consulenze esterne, riscossioni penali su consegne appalti in ritardo o non conformi, razionalizzazione e riduzione degli assessorati, riduzione incarichi dirigenziali di nomina sindacale, blocco Progetti ritenuti inutili, previa valutazione di eventuali penali e costi accessori»
Tra le altre iniziative: copertura totale con wi fi (anche la periferia), iniziative culturali di alto livello. Per combattere il problema sulla prostituzione sul lungomare si pensa ad un incremento dell’illuminazione e attività turistiche e ricreative nella pineta per far tornare i cittadini in quegli spazi oggi presidiato dalle prostitute.
Per incrementare il turismo: «riqualificazione delle zone pertinenti alle strutture ricettive, un tavolo permanente con operatori del settore alberghiero, balneatori, commercianti, individuazione di una zona (presumibilmente area Corso Strasburgo) dove a lungo termine creare il vero centro turistico-commerciale–ricreativo della città».

«Pd e Fi anche a livello cittadino sono la stessa cosa», ha detto Anelli, «sono coloro che a fasi alterne hanno governato Montesilvano per 20 anni. Non vi sta bene come è stata gestita la tua città per tutti questi anni? Dateci la possibilità di dimostrarvi la nostra superiorità di idee».
«Pd e Fi anche a livello cittadino sono la stessa cosa», ha detto Anelli, «sono coloro che a fasi alterne hanno governato Montesilvano per 20 anni. Non vi sta bene come è stata gestita la tua città per tutti questi anni? Dateci la possibilità di dimostrarvi la nostra superiorità di idee».