LA DENUNCIA

Alloggi popolari Montesilvano, M5S protesta: «quei 12 appartamenti incompiuti»

Nel 2010 la posa della prima pietra

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1336

Alloggi popolari Montesilvano, M5S protesta: «quei 12 appartamenti incompiuti»




MONTESILVANO. «Il progetto delle case popolari bloccato, la posa della prima pietra nel 2010 e oggi il cantiere è ancora fermo».
Protesta il Movimento 5 Stelle di Montesilvano per quei 12 alloggi che sono rimasti praticamente sulla carta. La delibera è del 2008, l’importo complessivo dei lavori era di 1,4 milioni di euro di cui 1,2 milioni della Regione Abruzzo e 182.000 euro dell’amministrazione xomunale.
( finanziamento da Cassa Depositi e Prestiti).
«La palazzina, composta da 12 appartamenti , un quarto dei quali destinati a portatori di handicap», commenta il candidato sindaco Manuel Anelli, «avrebbero dovuto tamponare le prime urgenze dei cittadini, in attesa di una situazione definitiva». La scelta dei destinatari degli stessi sarebbe stata fatta tra le famiglie in bassa fascia reddituale, nucleo familiare numeroso e all’interno persone diversamente abili. L’impegno fu di consegnare gli alloggi entro 11 mesi dall’inizio dei lavori quindi a marzo/aprile 2011.
«Nell’agosto 2011», ricorda ancora Anelli, il Comune annunciò che avrebbe emanato un bando pubblico per l’assegnazione degli appartamenti di Via Salieri, con promessa di chiusura dei lavori e consegna degli stessi entro l’inizio del 2012. A tutt’oggi, e dopo 4 anni dall’inizio dei lavori, il cantiere risulta essere abbandonato. L’opera risulta essere un’incompiuta abbandonata a se stessa ed alle intemperie. Restano da completare gli esterni, i balconi e gli interni che risultano essere al grezzo. Per portare a termine questa costruzione servirebbero 650.000 euro, che corrispondono a circa il 50% del costo iniziale».
Al momento a Montesilvano sono 381 le case popolari sul territorio, quelle di proprietà del comune sono 41, in relazione al numero di abitanti ne necessiterebbero almeno 700. «Negli anni il Comune di Montesilvano», spiega Luana Roselli, candidato alle Regione del M5S, «ha accumulato oltre 200.000 euro di crediti per mancato pagamento dei canoni di locazione. La regione ci da i soldi per realizzare opere importanti, il comune li spende tutti e male e, nonostante ciò, mancano ancora 650.000€ per terminare gli alloggi. In che paese viviamo? Non siamo forse esausti di questo sistema politico che ha amministrato la nostra città per più di 20 anni?»