SPENDING REVIEW

Costi politica: Comune Chieti avvia piano generale austerità

Presidente commissione bilancio, ridurre spese utenze dell'ente

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1546

Costi politica: Comune Chieti avvia piano generale austerità

Comune di Chieti





CHIETI. Il Comune di Chieti punta a ridurre le spese per le utenze - energia elettrica, telefonia, acqua e gas - che nel loro complesso rappresentano una parte consistente del bilancio Comunale e per farlo procederà con la predisposizione di un Piano Generale di Austerità che abbia come priorità l'efficientamento dei servizi ma senza conseguenze per l'utente.
Lo annuncia il capogruppo dell'Udc Mario De Lio, presidente della Commissione Bilancio del Comune il quale aggiunge che l'obiettivo è l'avvicinamento ai valori di spesa del 2011. Fra le priorità di intervento le spese di telefonia, mobile e fissa.
«Seppur contenuta negli ultimi anni grazie - afferma il presidente della Commissione Bilancio - è ancora troppo elevata la spesa per la telefonia fissa: prova ne sia il fatto che oggi paghiamo oltre 300.000 euro l'anno. Proporrò alla Giunta, con un Ordine del Giorno, di procedere ad una ricognizione, adottando un Protocollo di Comportamento; operazione questa che ci permetterà di ottimizzazione. Per le utenze telefoniche mobili, pur con costi che rispetto all'anno passato sono diminuiti, ci sono ancora ampi margini di miglioramento riducendo, ad esempio, le attuali 190 utenze e rinegoziando i piani tariffari. Anche in questo caso proporrò alla Giunta un Ordine del Giorno affinché vengano individuate soluzioni che potranno essere attivate alla scadenza dell'attuale contratto che il Comune ha in essere con il gestore».
«Prioritario - conclude De Lio - è concentrare la massima attenzione soprattutto sulle mancate entrate Comunali la cui percentuale negativa espone il Comune ad una grave sofferenza che, a mio avviso, va affrontata e risolta senza indugio. In questo caso urgono provvedimenti tempestivi perché se i tagli sono necessari, è altrettanto necessario avere una efficiente organizzazione comunale capace di recuperare i crediti che l'Ente vanta verso terzi»