VERSO IL VOTO

Comunali: Montesilvano; verso candidato unico centrosinistra

Ultimatum Sel, Pd ha 24 ore o Di Mattia nostro candidato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2510

Comunali: Montesilvano; verso candidato unico centrosinistra

Comunali: Montesilvano; verso candidato unico centrosinistra 
Ultimatum Sel, Pd ha 24 ore o Di Mattia nostro candidato 
Comunali, montesilvano, attilio di mattia, francesca ciafardini
MONTESILVANO.  Sembra scongiurata la possibilità che il centrosinistra, a Montesilvano, si presenti alle elezioni comunali del prossimo 25 maggio con due o più candidati. 
Dopo che l'ex sindaco Attilio Di Mattia si è detto disponibile a fare un passo indietro a determinate condizioni, in queste ore il Pd e i partiti alleati sono al lavoro e in serata dovrebbe arrivare la decisione su un nome sostenuto dall'intera coalizione. 
«A mio parere - dice la segretaria provinciale del Pd, Francesca Ciafardini - è utile individuare qualcuno che possa rappresentare bene le istanze del centrosinistra, ma anche parlare ad un mondo di democratici che si sono allontanati da noi e che magari guardano con interesse al Movimento 5 Stelle. Per Montesilvano vogliamo un candidato che apra un progetto nuovo, che abbia una visione e che riesca a superare logiche dannose». 
«Il mio obiettivo - ricorda la segretaria - è stato in questi mesi ed è in queste ore quello di trovare una soluzione che tenga unito il Pd, considerando le proposte giuste dell'ex sindaco Attilio Di Mattia, l'alleanza con Lino Ruggiero, che è stato un ottimo vicesindaco, e con Sel, che è nostro alleato su tutti i livelli, oltre alle liste civiche che il candidato sindaco sarà in grado di stimolare». 
Sulla questione interviene anche Sel che invita a stringere sui tempi e lancia un vero e proprio ultimatum: «passate 24 ore - dice il coordinatore provinciale Daniele Licheri - romperemo gli indugi e chiederemo ad Attilio di Mattia di candidarsi a sindaco e portare fino in fondo l'operazione verità già avviata chiedendo a tutte le forze che si richiamano ai valori del centrosinistra di costruire con noi un progetto di buon governo per la città di Montesilvano». 
Per Sel il candidato proposto dal Pd «dovrà necessariamente rispondere ai seguenti requisiti: non essere stato amministratore nella Giunta Di Mattia, non aver avuto alcun coinvolgimento con amministrazioni passate coinvolte da scandali, essere davvero una garanzia di equidistanza da chi in questi anni senza scrupoli ha cementificato l'intero territorio cittadino, essere garante del codice etico, della carta di Pisa e di una rappresentanza di genere adeguata».
MONTESILVANO.  Sembra scongiurata la possibilità che il centrosinistra, a Montesilvano, si presenti alle elezioni comunali del prossimo 25 maggio con due o più candidati. Dopo che l'ex sindaco Attilio Di Mattia si è detto disponibile a fare un passo indietro a determinate condizioni, in queste ore il Pd e i partiti alleati sono al lavoro e in serata dovrebbe arrivare la decisione su un nome sostenuto dall'intera coalizione. 

«A mio parere - dice la segretaria provinciale del Pd, Francesca Ciafardini - è utile individuare qualcuno che possa rappresentare bene le istanze del centrosinistra, ma anche parlare ad un mondo di democratici che si sono allontanati da noi e che magari guardano con interesse al Movimento 5 Stelle. Per Montesilvano vogliamo un candidato che apra un progetto nuovo, che abbia una visione e che riesca a superare logiche dannose». 

«Il mio obiettivo - ricorda la segretaria - è stato in questi mesi ed è in queste ore quello di trovare una soluzione che tenga unito il Pd, considerando le proposte giuste dell'ex sindaco Attilio Di Mattia, l'alleanza con Lino Ruggiero, che è stato un ottimo vicesindaco, e con Sel, che è nostro alleato su tutti i livelli, oltre alle liste civiche che il candidato sindaco sarà in grado di stimolare». Sulla questione interviene anche Sel che invita a stringere sui tempi e lancia un vero e proprio ultimatum: «passate 24 ore - dice il coordinatore provinciale Daniele Licheri - romperemo gli indugi e chiederemo ad Attilio di Mattia di candidarsi a sindaco e portare fino in fondo l'operazione verità già avviata chiedendo a tutte le forze che si richiamano ai valori del centrosinistra di costruire con noi un progetto di buon governo per la città di Montesilvano». 

Per Sel il candidato proposto dal Pd «dovrà necessariamente rispondere ai seguenti requisiti: non essere stato amministratore nella Giunta Di Mattia, non aver avuto alcun coinvolgimento con amministrazioni passate coinvolte da scandali, essere davvero una garanzia di equidistanza da chi in questi anni senza scrupoli ha cementificato l'intero territorio cittadino, essere garante del codice etico, della carta di Pisa e di una rappresentanza di genere adeguata».