VERSO IL VOTO

Elezioni Montesilvano, Anelli boccia Maragno: «è un finanziere alla corte di un evasore fiscale»

«Come mettere Razzi al ministero della Cultura»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3625

Manuel Anelli

Manuel Anelli




MONTESILVANO. Una bocciatura su tutta la linea quella che il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Manuel Anelli, riserva all’altro candidato sindaco (del centrodestra) Francesco Maragno.
Il grillino definisce l’avversario «un finanziere alla corte di un evasore fiscale», riferendosi all’attività principale di Maragno e alla condanna di Silvio Berlusconi: «avere lui come candidato sindaco di Forza Italia è come vedere Razzi ministro della cultura», ironizza Anelli. «Come fa a conciliare il suo "ruolo di finanziere", uomo delle istituzioni e della legalità, rappresentando un partito il cui capo è un noto pregiudicato condannato in via definitiva per evasione fiscale?»
Il candidato del Movimento 5 Stelle domanda come «nel concreto cittadino» Maragno garantirà il bene dell'intera città «se non è riuscito a garantire il bene della comunità di Montesilvano Colle di cui è espressione?» 


Anelli tira in ballo la ZTL: «Maragno ha fortemente caldeggiato l'istituzione della ZTL, ma i residenti non la vogliono. Non ha neppure effettuato una pressione sull'amministrazione per risolvere le frane pregresse e recenti. Montesilvano colle sta crollando, se ne sono resi conto tutti i residenti eccetto lui. Non è stato mai portavoce della sua comunità a Montesilvano colle. Per il borgo avere o non avere Maragno in consiglio è stata la stessa cosa, nonostante egli abbia ricoperto 7 anni consecutivi da consigliere comunale. Cosa ha prodotto in questi due mandati?», domanda l’attivista del M5S. «Con Maragno quale sarebbe il cambiamento? Avanti il prossimo».
Anelli ricorda invece che quand'era consigliere d'opposizione «ho prodotto tantissimo»: «patto di Integrità, lotta alla corruzione negli appalti pubblici con clausola di salvaguardia per il Comune; ho fatto approvare la pista Ciclabile nel III lotto di Via Saragat; sarà premura della nostra prossima amministrazione farla realizzare; - Progetto Biblioteca Universitaria: destinando 4.000 € per l'acquisto di volumi di Giurisprudenza; impegnato la giunta a completare la rete metanifera cittadina; realizzato il progetto "Decoro Urbano" per salvaguardare l'assetto cittadino».