Villa Acerbo, l’assessore Di Felice: «la parte esterna sarà presto aperta al pubblico»

Pulizia per eliminare i bocconi avvelenati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1348

Villa Acerbo, l’assessore Di Felice: «la parte esterna sarà presto aperta al pubblico»





SPOLTORE. L’Amministrazione comunale di Spoltore intende salvaguardare la storica Villa Acerbo e nei prossimi giorni riaprirà al pubblico la parte esterna della struttura.
È quanto afferma l’assessore al Turismo Massimo Di Felice, pronto a chiarire il problema
relativo al destino della villa, chiusa nel 2001.
«È bene precisare, però», spiefa Di Felice, «che una risistemazione adeguata dell’edificio nel suo complesso richiede ingenti risorse finanziarie che il Comune non possiede. L’idea è quella di affidare la gestione della
struttura a un operatore esterno. Ci siamo già attivati per procedere in questa direzione, ma al momento i soggetti pubblici e privati contattati non hanno ancora manifestato la loro volontà».
Nei giorni scorsi il consigliere Edoardo Diligenti aveva denunciato anche la presenza di bocconi avvelenati che mettono a rischio la sicurezza degli animali che frequentano il parco: «Per quanto concerne il gesto di qualche esaltato che si diverte a lasciare bocconi avvelenati in giro, mi auguro che azioni simili non si
ripetano più – aggiunge l’assessore -. Ad ogni modo, al fine di scoraggiare atti vandalici e di riaprire il parco della Villa alla comunità spoltorese, abbiamo provveduto a far ripulire adeguatamente la parte esterna. In
questi giorni verranno realizzati anche giochi per bambini e panchine. Inoltre, gli uffici comunali competenti provvederanno a ristrutturare l’edificio sportivo (ex spogliatoio), che si trova all’interno del parco
ma in una posizione distaccata dalla struttura principale, entro l’estate, per destinarlo ad attività ludiche. Si tratta di piccoli risultati, ma comunque importanti per cercare di non abbandonare la storica Villa Acerbo».