LA PROPOSTA

Elezioni Città Sant’Angelo, Ruggieri: «trabocchi, asili nido e una centrale a biomasse»

Il candidato attacca il sindaco uscente: «spaventoso fallimento amministrativo»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1981

Elezioni Città Sant’Angelo, Ruggieri: «trabocchi, asili nido e una centrale a biomasse»

Elezioni Città Sant’Angelo, Ruggieri: «trabocchi, asili nido e una centrale a biomasse»
Il candidato attacca il sindaco uscente: «spaventoso fallimento amministrativo»
Città sant’angelo, roberto ruggieri, centrale biomasse, elezioni, candidatura 
CITTA’ SANT’ANGELO. Ufficializzata ieri la candidatura di Roberto Ruggieri a sindaco di Città Sant’Angelo. 
Il simbolo della lista civica “Responsabilità Comune”  è stato presentato ieri mattina in conferenza stampa a Palazzo dei  Marmi, sede della Provincia di Pescara, dove Ruggieri ha lavorato per cinque anni come Assessore ai Lavori pubblici e alla Viabilità.
«La mia candidatura nasce dall'esigenza di riempire uno spaventoso fallimento amministrativo – ha dichiarato il candidato - determinato da un gruppo di amministratori e da un sindaco che hanno dimostrato di non avere alcuna idea di come organizzare una città». 
Pesante attacco da  parte di Ruggieri alla campagna lanciata dall’amministrazione uscente, che intende costruire un programma elettorale raccogliendo le idee degli elettori sui internet: «Manca la minima idea di cosa sia una visione da condividere e discutere con le persone e con le migliori competenze del 
territorio – ha commentato - è come se l’allenatore di una grande società si mettesse di fronte alla curva dei suoi tifosi e chiedesse loro come allenare la squadra. Un allenatore pagato da noi in questo caso: ogni Società lo licenzierebbe».
«Responsabilità Comune, invece – ribatte Ruggieri – ha un'idea precisa e determinata di come vuole che Città Sant'Angelo diventi in futuro, partendo dai tanti problemi che per quasi 10 anni hanno bloccato la 
città». Tra le idee programmatiche si distingue, innanzitutto, la tematica ambientale e riguardante i rifiuti: «Purtroppo il Comune angolano non ha mai adottato realmente la raccolta differenziata. 
L’amministrazione attuale ha scelto il conferimento in discarica e, ancor più grave, dichiarato disponibili i terreni di Piano di Sacco per la realizzazione della discarica provinciale, per accogliere i rifiuti 
di tutto il pescarese. Io – ricorda Ruggieri – sono stato l’unico assessore, e forse l’unico amministratore in Italia, a scontrarsi con la propria Giunta, dichiarandosi contrario alla discarica a Piano di Sacco, 
a difesa del territorio e dei cittadini angolani Ora, però, – sottolinea – bisogna realizzare il “porta a porta”».
Alta anche l’attenzione ai bisogni delle famiglie: «Perché – si interroga Roberto Ruggieri – i pasti della mensa scolastica di Cappelle costano 1,50 euro al giorno e in quella di Città Sant’Angelo costano 4? Noi vogliamo, sull’esempio dei nostri confinanti, adottare la filiera a chilometro zero, per diminuire il peso sulle tasche delle famiglie, garantendo l’alta qualità di ciò che mangiano i nostri bambini». 
E  ancora, sulla tematica sociale: «A Città Sant’Angelo non esiste un asilo  nido comunale: è tempo – sostiene il candidato sindaco – di reperire i fondi e costruire una struttura così fondamentale oggigiorno per le giovani coppie con figli».
Green economy ed efficientamento energetico già in agenda; tra le proposte, una piccola centrale a biomasse da realizzare a Villa Cipressi, da alimentare con la combustione del cippato, la legna che avanza dalla potatura dei numerosi oliveti presenti nelle campagne, capace di riscaldare gratuitamente tutte le abitazioni della zona circostante. In cantiere anche una rivoluzione turistica: «Per rilanciare la degradata zona alla foce del Saline – anticipa Ruggieri – vogliamo lanciare l’idea dei trabocchi come strutture ricettive e viabilità della parte nord pescarese e di quella sud teramana».

CITTA’ SANT’ANGELO. Ufficializzata ieri la candidatura di Roberto Ruggieri a sindaco di Città Sant’Angelo. Il simbolo della lista civica “Responsabilità Comune”  è stato presentato ieri mattina in conferenza stampa a Palazzo dei  Marmi, sede della Provincia di Pescara, dove Ruggieri ha lavorato per cinque anni come Assessore ai Lavori pubblici e alla Viabilità.«La mia candidatura nasce dall'esigenza di riempire uno spaventoso fallimento amministrativo – ha dichiarato il candidato - determinato da un gruppo di amministratori e da un sindaco che hanno dimostrato di non avere alcuna idea di come organizzare una città». Pesante attacco da  parte di Ruggieri alla campagna lanciata dall’amministrazione uscente, che intende costruire un programma elettorale raccogliendo le idee degli elettori sui internet: «Manca la minima idea di cosa sia una visione da condividere e discutere con le persone e con le migliori competenze del territorio – ha commentato - è come se l’allenatore di una grande società si mettesse di fronte alla curva dei suoi tifosi e chiedesse loro come allenare la squadra. Un allenatore pagato da noi in questo caso: ogni Società lo licenzierebbe».«Responsabilità Comune, invece – ribatte Ruggieri – ha un'idea precisa e determinata di come vuole che Città Sant'Angelo diventi in futuro, partendo dai tanti problemi che per quasi 10 anni hanno bloccato la città». 

Tra le idee programmatiche si distingue, innanzitutto, la tematica ambientale e riguardante i rifiuti: «Purtroppo il Comune angolano non ha mai adottato realmente la raccolta differenziata. L’amministrazione attuale ha scelto il conferimento in discarica e, ancor più grave, dichiarato disponibili i terreni di Piano di Sacco per la realizzazione della discarica provinciale, per accogliere i rifiuti di tutto il pescarese. Io – ricorda Ruggieri – sono stato l’unico assessore, e forse l’unico amministratore in Italia, a scontrarsi con la propria Giunta, dichiarandosi contrario alla discarica a Piano di Sacco, a difesa del territorio e dei cittadini angolani Ora, però, – sottolinea – bisogna realizzare il “porta a porta”».

Alta anche l’attenzione ai bisogni delle famiglie: «Perché – si interroga Roberto Ruggieri – i pasti della mensa scolastica di Cappelle costano 1,50 euro al giorno e in quella di Città Sant’Angelo costano 4? Noi vogliamo, sull’esempio dei nostri confinanti, adottare la filiera a chilometro zero, per diminuire il peso sulle tasche delle famiglie, garantendo l’alta qualità di ciò che mangiano i nostri bambini». E  ancora, sulla tematica sociale: «A Città Sant’Angelo non esiste un asilo  nido comunale: è tempo – sostiene il candidato sindaco – di reperire i fondi e costruire una struttura così fondamentale oggigiorno per le giovani coppie con figli».Green economy ed efficientamento energetico già in agenda; tra le proposte, una piccola centrale a biomasse da realizzare a Villa Cipressi, da alimentare con la combustione del cippato, la legna che avanza dalla potatura dei numerosi oliveti presenti nelle campagne, capace di riscaldare gratuitamente tutte le abitazioni della zona circostante. In cantiere anche una rivoluzione turistica: «Per rilanciare la degradata zona alla foce del Saline – anticipa Ruggieri – vogliamo lanciare l’idea dei trabocchi come strutture ricettive e viabilità della parte nord pescarese e di quella sud teramana».